“Mi piacerebbe sapere se il “giornaletto” on line “Versilia Today” ha una redazione che verifica e selezione gli articoli da pubblicare oppure è un bricco dove ciascuno può svuotare tutto quello che ha in corpo. In ogni caso ci tengo a precisare che le “notizie” (?) scritte da tal Francesco Speroni riguardo ad una mia ambizione a tornare a guidare il Comune di Seravezza sono fandonie farneticanti. Faccio i miei complimenti a Versilia Today per l’eccellente scelta dei suoi collaboratori”.

ettore neri post E’ così che ci dipinge Ettore Neri, ex sindaco di Seravezza, nel maldestro tentativo di delegittimare la nostra testata. La bandiera della libertà di espressione e di stampa, tanto cara al Pd che a livello locale è rappresentata dallo stesso Neri, si dimostra non essere  altro che uno straccio sporco appeso all’asta dell’ipocrisia.
 Le parole di Ettore Neri ci stupiscono e sembrerebbero nascere da persona  accecata dalla rabbia delle critiche o dall’ambizione di avere una nuova visibilità mediatica, venuta meno da quando, terminato il suo doppio mandato come sindaco di Seravezza, è rimasto fuori dalla corsa per un posto in Regione.
 Il primo errore è quello di tentare di screditare una testata giornalistica solo perché quella stessa testata ha pubblicato un intervento contenente opinioni da Neri non condivise, rispetto alle quali visto che è stato oggetto dello stesso intervento Neri ha ovviamente pareri diversi. Ciò non toglie che l’intervento pubblicato dall’ex sindaco è un attacco alla libertà di espressione e di opinione indegna di un partito con ambizioni di governo come il Pd. Avrebbe potuto replicare e rispondere o ignorare, invece che cercare di gettare ombre sulla nostra testata. Ma non diamo lezioni di stile.
Un tentativo di basso profilo che fa il pari con altri interventi, di altri amministratori pubblici locali e non solo, che in questi giorni si divertono a sparare contro giornalisti e giornali.
 Il secondo errore – e anche questo ci meraviglia visto che Ettore Neri in passato si è cimentato nel giornalismo – è che non sa distinguere un nostro articolo da una lettera di un lettore. L’intervento di cui parla non è altro che una lettera di un cittadino, tale Speroni, che non risulta affatto essere tra i collaboratori, esterni o interni, del giornale, come sembrano invece suggerire le considerazioni dell’ex sindaco.
 VersiliaToday non ha mai fatto politica. Ha sempre fatto informazione, rispettando il più possibile il pluralismo, raccontando i fatti e riportando le opinioni attribuite a chi le esprime. Il pluralismo crediamo di garantirlo dando spazio alle diverse forze politiche, agli enti, e ai cittadini che ci contattano. Decidere noi quali concetti lasciar passare e quali cestinare (al limite del tollerabile, chiaro) priverebbe, a nostro avviso, i nostri lettori di un punto di vista. Che poi sarebbero liberi di leggere o non leggere, ma che da noi sono sicuri di poter trovare. Per Ettore Neri invece pubblicare la lettera di un suo concittadino è dimostrare di essere un ‘giornaletto’. Dimenticando che lo stesso Ettore Neri, al momento e al netto delle sue ambizioni, è un comune cittadino al pari del bistrattato Speroni.
 Il terzo errore che commette Neri è quello di definirci ironicamente “giornaletto“, un “bricco“: lo informiamo che questo giornaletto ad oggi conta un milione di pagine lette al mese.
 Non contento l’ex candidato in Regione ha continuato la sua personale battaglia
(Visitato 4.575 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento