polizia

Nel pomeriggio di ieri gli uomini del Commissariato di Polizia di Viareggio hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio, con l’ausilio di quattro equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine che hanno affiancato le Volanti e la Squadra Anticrimine del Commissariato, volto al contrasto dello spaccio di stupefacenti nella zona centrale di Viareggio.
Le pattuglie hanno controllato ampie zone della città, concentrandosi nell’area del Quartiere Varignano, della Stazione ferroviaria, in Piazza Dante e nelle vie adiacenti, ove sono presenti esercizi commerciali frequentati da cittadini extracomunitari irregolari sul territorio nazionale.

L’impegno degli operatori di polizia ha portato ottimi risultati. Sono state, infatti, identificate 73 persone, di cui 22 extracomunitarie e sono stati controllati 32 veicoli; i controlli si sono anche, come di consueto, concentrati al contrasto dell’immigrazione clandestina per cui 6 cittadini extracomunitari sono stati accompagnati in Commissariato e per 3 di loro sono state avviate le procedure per l’espulsione grazie alla collaborazione e l’impegno dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Lucca che tratterà le pratiche per l’emissione dei provvedimenti di espulsione; inoltre, sono state elevate 3 contravvenzioni al Codice della Strada; e sottoposti a controllo 4 esercizi pubblici.
Infine, sempre ieri, il Personale Squadra Anticrimine ha tratto in arresto, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere, un Viareggino classe 1971, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, per un furto in abitazione perpetrato il 22 agosto u.s..
Difatti, il personale della Squadra Anticrimine del Commissariato, mettendo in campo la propria esperienza d’indagine, in particolare acquisendo le immagini contenute nelle telecamere della zona, e analizzando il ‘modus operandi’ del criminale e alcuni suoi particolari fisici, riusciva a risalire, in breve tempo, e a indagarlo, al pluripregiudicato viareggino, che, nella notte del 22 agosto u.s., dopo aver forzato il vetro di una finestra di un appartamento cittadino, si introduceva al suo interno, facendo razzia di beni e soldi per un valore di 1500€. Il malvivente, ignaro di essere ripreso dall’occhio vigile del “grande fratello”, agiva indisturbato a volto scoperto all’interno dell’abitazione; e proprio grazie ad alcuni particolari ripresi dalle telecamere di sorveglianza, gli investigatori sono riusciti a risalire al ladro, per il quale ieri è arrivata la misura cautelare in carcere disposta dal GiP di Lucca.

(Visitato 1.006 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento