seravezza

Il Movimento 5 Stelle si lamenta della giunta Tarabella: “Nell’ultimo Consiglio comunale abbiamo avanzato due proposte per i cittadini, e come sempre la maggioranza le ha bocciate.

La prima chiedeva di abrogare il quorum dei referendum comunali e abbassare il numero di firme per indirli: al momento serve 1/6 degli elettori per indire un referendum comunale, mentre per quelli nazionali basta circa 1/84.

L’abolizione del quorum favorirebbe la partecipazione, soprattutto ai referendum confermativi: anche i contrari al referendum dovrebbero recarsi alle urne e votare no.

L’altra mozione proponeva di introdurre il baratto amministrativo per le famiglie con comprovate difficoltà economiche, convertendo importi dovuti all’amministrazione in ore lavoro per la stessa: lo riteniamo un piccolo aiuto alle famiglie in questo periodo di crisi.

Ma pure questa è stato bocciata, nonostante fosse presente anche nel programma della maggioranza.

Hanno risposto che ci stanno già lavorando, ma che è di difficile attuazione. Risposta non pertinente, poiché la nostra era una proposta di tipo politico: la verifica della sua effettiva realizzazione – che comporta tutti gli aspetti tecnici e legislativi del caso – spetta agli Uffici comunali, non al Consiglio, che ha invece un ruolo di indirizzo politico.

A questo punto vorremmo capire dove sono le competenze annunciate in campagna elettorale; o se scrivano i programmi solo per guadagnare voti e poi una volta presi siano parola morta?

Dopo l’ottava mozione bocciata su otto presentate in questi primi sei mesi, comprendiamo che la maggioranza agisce solo per opportunità politica: qualunque cosa venga dal Movimento 5 Stelle deve essere rigettata.

Tuttavia noi continueremo nella nostra attività di controllo e proposta, e chiediamo a tutti i cittadini di darci una mano a rendere questo comune un posto migliore.”

(Visitato 74 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento