Due giorni di festa domenica 18 e lunedì 19 marzo a Querceta per le celebrazioni del patrono San Giuseppe. Con tutti gli ingredienti della tradizione – le bancarelle della fiera, le giostre, la rassegna agrozootecnica – e con le novità introdotte o recuperate a partire dallo scorso anno, come la colorata sezione florovivaistica, le gare tra sbandieratori, il goloso Menù di San Giuseppe. E infine, nell’anno che i Ministeri della Cultura e delle Politiche Agricole dedicano al cibo italiano, con un accento tutto particolare sui sapori e sui prodotti della buona tavola, grazie a un’edizione speciale dell’Aperitivo Mediceo centrata sull’Olivo Quercetano e alle specialità che gli studenti dell’Istituto Alberghiero proporranno in occasione della festa.

Il programma della fiera patronale di Querceta è stato presentato questa mattina alla stampa dal consigliere delegato alle attività produttive Sabrina Verona, dai rappresentanti di alcune associazioni che collaborano all’organizzazione (Pro Loco Querceta, Quercetarte, Love of Horses) e dalla responsabile della sede seravezzina dell’Istituto Alberghiero Marconi.

Sarà la tradizionale processione della vigilia a dare il via ai festeggiamenti, domenica 18 marzo con inizio alle ore 20:30. Il percorso si snoderà lungo le vie Aurelia, Fiumetto, Mordure e di nuovo Aurelia, iniziando e concludendosi nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Lauretana dove, nel giorno della ricorrenza patronale, lunedì 19 marzo, le sante messe saranno celebrate secondo l’orario festivo: 8.30, 10:00, 11:00 e 17:00.

La fiera sarà articolata su due poli, come avviene ormai da alcuni anni: il centro del paese, con le bancarelle, i mercatini specializzati e gli intrattenimenti pensati per le famiglie; l’area di via Alpi Apuane, caratterizzata dal Luna Park e dalla sezione agrozootecnica. Andando al dettaglio, piazza Matteotti e le vie Federigi, Rosselli e Don Minzoni accoglieranno i banchi del mercato tradizionale, con oggetti di ogni tipo e provenienza. In piazza Pertini, invece, si concentreranno gli artigiani e i piccoli produttori del territorio, con oggetti frutto di creatività ed abilità manuale, ma anche antiquariato, vintage e curiosità. Questa sezione, a cura dell’Associazione Quercetarte, accoglierà inoltre uno speciale “spazio Peppa Pig” di animazione per i più piccoli. Nelle vie Versilia e Primo Maggio, sui due lati del Palazzo Civico e a cura della Pro Loco, torneranno piante, fiori e tutto quanto fa giardino, con esposizione e vendita anche di utensili e piccole creazioni artigianali per gli spazi verdi. Piazza Pellegrini, trasformata in palcoscenico con intrattenimenti e spettacoli di vario tipo, accoglierà domenica 18 per l’intera giornata i gruppi storici impegnati nella settima edizione del Trofeo San Giuseppe, i giochi di bandiera organizzati dalla Contrada Il Leon d’Oro. Sempre in piazza Pellegrini lunedì 19 si inizia invece alle 11:00 con un’edizione speciale dell’Aperitivo Mediceo, il talk show condotto da Fabrizio Diolaiuti, con l’accompagnamento musicale di Dino Mancino, dedicato all’Olivo Quercetano, recentemente riconosciuto presidio Slow Food. Nell’occasione gli studenti della quarta di cucina dell’Istituto Marconi presenteranno una prelibatezza di loro creazione: crostone con cavolo nero, patate e olio quercetano. Alle 12:00 i ragazzi della quarta di sala del Marconi presenteranno invece i cocktail analcolici di San Giuseppe da loro ideati e realizzati in collaborazione con alcuni bar del centro di Querceta (Charmat, La Piazza, Meridiana 2.0, Monroe e Due di Picche), bar nei quali le specialità potranno poi essere sorseggiate. Alle 14:30 piazza Pellegrini cambierà ancora veste ospitando i ragazzi della scuola di canto Enarmonia School di Montignoso e Forte in…canto di Caterina Ferri. Nei due giorni l’area accoglierà inoltre le postazioni informative e promozionali di alcune associazioni che operano sul territorio e che aderiscono alla Consulta Comunale del Volontariato del Comune di Seravezza.

Piccola rivoluzione degli spazi in via Alpi Apuane, con il Luna Park che si trasferisce nell’area della Pro Loco e la mostra agrozootecnica che si amplia spostandosi nel terreno prospiciente. Da una parte giovani e giovanissimi attratti dalla musica e dai colori del parco divertimenti, dall’altra lo spettacolo dei cavalli e la possibilità per i bambini di fare il cosiddetto “battesimo della sella” in groppa a simpatici pony o mansueti asinelli. Il programma messo a punto dall’Associazione Love of Horses coinvolgerà vari ranch e maneggi della zona che presenteranno tra l’altro alcuni bellissimi esemplari di cavalli andalusi e frisoni. Completeranno il quadro i grandi bovini e molte specie di animali da allevamento e da compagnia. L’area sarà servita da alcune postazioni gastronomiche con una ricca proposta di formaggi, salumi e dolciumi tipici. Nella vicina area della contrada Il Ranocchio, fra le varie attività, prevista la dodicesima edizione della mostra canina valida per l’attribuzione del dodicesimo Trofeo san Giuseppe.

Accompagna la due giorni della festa patronale il Menù di San Giuseppe, con proposte di gusto a prezzo fisso elaborate da otto ristoranti e locali quercetani. Dalle tradizionali frittelle di riso al panino con il lampredotto, dalle fritture di mare ai classici tordelli versiliesi, dalle lasagnette al cinghiale al pollo in potacchio, dalle bavette al granchio reale alla zeppola di San Giuseppe rivisitata in chiave partenopea: un’offerta ricca, curiosa, originale per un tour dei sapori che abbraccia i due giorni della festa. Ecco i locali che aderiscono al Menù di San Giuseppe: Pizzeria Il Poeta (via Aurelia), Paninoteca Terzo Tempo (via Aurelia), Osteria Spicchio d’Aglio (via Aurelia), Ristorante da Michè (via Rotta), Battil’oro (via Asilo), Rosticceria e Vineria L’Isola dei Sapori (via Aurelia), Trattoria Bruno e Cristina (via Federigi), Pizzeria Trattoria Monroe (via delle contrade).

Nel ricco carnet della festa figurano inoltre la mostra fotografica “La Cura” di Luca Vecoli nell’atrio di Palazzo Civico, inserita nel programma di “Seravezza Fotografia”, e la cerimonia finale del Premio dialettale “Silvano Alessandrini”, anticipato appositamente dalla Pro Loco a sabato 17 marzo (Sala conferenze della Croce Bianca, ore 16) proprio per farne una verace introduzione alla festa paesana.

«Abbiamo lavorato in grande sintonia con le associazioni, con i commercianti di Querceta e con gli ambulanti del mercato con l’intento di ‘confezionare’ una fiera ricca di spunti attrattivi», commenta il consigliere delegato alle attività produttive Sabrina Verona. «Confidando nella clemenza del tempo, invitiamo tutti a non mancare l’appuntamento con il San Giuseppe, la grande festa che tradizionalmente segna l’arrivo della primavera in Versilia».

(Visitato 698 volte, 1 visite oggi)

Informazioni

Dal

Mar

18

Al

Mar

19

Dove

Seravezza Seravezza

Quando

ore: 10.00 - 22.00

Prezzo

gratis

Mappa