Risotto con la tinca. Le ricette amate da Giacomo Puccini
Il risotto con la tinca è una delle ricette della tradizione lacustre del Massaciuccoli. Presente in grandi quantitatà fino algli anno 60, la tinca è andata via via riducendo la sua popolazione a causa dell’inserimento di altre specie esotiche che hanno preso il sopravvento come la gambusia e il persico trota. Pesce tipico delle nostre zone è stato fonte di sostentamento di tutti coloro che in padule ci vivevano e ci lavoravano. Il risotto con la tinca è uno dei piatti contadini delle nostre zone lacustri e delle risaie, oggi è una prelibatezza cucinata da pochi.
Porzioni Tempo di preparazione
4Persone 1ora
Tempo di cottura
30minuti
Porzioni Tempo di preparazione
4Persone 1ora
Tempo di cottura
30minuti
Ingredienti
Istruzioni
  1. Pulite la tinca e lessatela nell’acqua con gli ingredienti del brodo. a cottura ultimata filtrate il brodo e conservatelo per il risotto.
  2. Fate un battuto con prezzemolo, basilico, aglio, cipolla e peperoncino e rosolate in un tegame con olio. Unite la bieta ben tritata e successivamente la tinca tagliata a grossi pezzi e fatela insaporire bene; bagnatela con vino bianco fino a farlo evaporare.
  3. Togliete la tinca, Sfilettatela e passatela al passatutto insieme al fondo di cottura.
  4. Rimettete la polpa della tinca nel tegame, aggiungete passato di pomodoro e pomodoro senza semi; fate cuocere per una ventina di minuti.
  5. Versate il riso nel tegame, lasciatelo insaporire e portatelo a cottura nella maniera classica aggiungendo brodo poco a poco. Servite con un po’ di prezzemolo fresco tritato.
(Visitato 3.437 volte, 1 visite oggi)