Caldaie spente o guaste in sette scuole al rientro dalle vacanze, sindaco furioso contro dirigenti e funzionari del settore scuola e lavori pubblici che ora rischiano un’azione disciplinare per non aver accertato il corretto funzionamento degli impianti che gestiscono i termosifoni. In un video messaggio postato poco dopo il suono della prima campanella, il primo cittadino di Pietrasanta, Massimo Mallegni non le ha mandate a dire ma lo ha fatto, ancora una volta di persona, mettendoci la faccia: “Sono indignato e mi scuso con i genitori e con i ragazzi. I nostri funzionari e dirigenti – ha spiegato nel video – sono inadeguati. Sono settimane che ci siamo raccomandati di verificare il corretto ed adeguato funzionamento delle caldaie per evitare che al rientro delle scuole i ragazzi restassero al freddo. Qualcuno pagherà personalmente per questa inadempienza. Prenderò dei provvedimenti: ho già scritto al Segretario Comunale per procedere in questo senso. Questo modo pressapochista di approcciarsi alla cosa pubblica mi rattrista e da un’immagine della nostra amministrazione che non mi sento di poter accettare”.

Sette le scuole rimaste al freddo. Gli impianti avevano funzionato regolarmente fino al 24 dicembre. Di fronte alle aule poco o per nulla riscaldate molti genitori hanno preferito portare a casa i bambini: un disagio inaccettabile nei confronti del quale l’amministrazione comunale si è subito scusata. “Prevedendo problemi in vista delle basse temperature annunciate in questi giorni avevo predisposto – spiega Simone Tartarini, assessore ai lavori pubblici e alla pubblica istruzione – una squadra di intervento per il giorno di riapertura delle nostre scuole per assicurarci del corretto funzionamento delle caldaie e risolvere eventuali problematiche dell’ultim’ora che puntualmente si sono verificate. Purtroppo la ditta incaricata ha inviato un solo tecnico comunicandoci l’indisponibilità, causa malattia, ad inviare altro personale. Nel corso della mattina siamo subito intervenuti ripristinando gli impianti e trovando le contromisure necessarie. Mi associo alle scuse del sindaco nei confronti dei bambini e dei genitori. Ho urgentemente convocato una riunione con dirigenti e funzionari per chiarire quanto accaduto e stabilire protocolli più stringenti ed accurati per evitare nuove inadempienze”. La situazione è tornata alla normalità già alcune ore dopo alle materne “Rodari” di Marina di Pietrasanta, alla “Marsili” dell’Africa, all’asilo Scubidù e la “Peter Pan” di Valdicastello dove l’amministrazione ha proceduto all’acquisto di due stufe elettriche in caso di estrema necessità. In fase di ultimazione in queste ore anche gli interventi alle altre scuole che hanno subito disagi: la media Barsanti e Santini di Tonfano e la “Pili” di Capriglia,
L’obiettivo è evitare la chiusura delle scuole nella giornata di domani, martedì 10 gennaio. Al momento le lezioni di svolgeranno regolarmente. Aggiornamenti saranno forniti sulla pagina Facebook del Comune di Pietrasanta nel corso delle prossime ore. “L’amministrazione – conclude Tartarini – ha già programmato per martedì 10 gennaio ulteriori verifiche con i tecnici della ditta che cura la manutenzione per scongiurare altri guasti o disagi”.

(Visitato 491 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento