burnout stress da lavoro

“La vicenda delle quattro lavoratrici Compass che dal 31 agosto rischiano seriamente di rimanere senza lavoro ci rattrista e angoscia perché stiamo parlando della vita di persone che, ad ulteriore beffa del danno morale ed economico che subiranno, vedono le Istituzioni locali lontane in un misto di incompetenza e scaricabarile.” Queste le parole del Gruppo Consiliare P.D. Comune di Pietrasanta.

“Demoralizzanti le dichiarazioni alla stampa dell’Assessore Tartarini che “scarica” il problema sul Presidente della Pietrasanta Sviluppo, giustificando il ridimensionamento del personale perché la richiesta dei pasti è calata del 5%. Sconfortante – continuano –  la risposta di Viviani sempre a mezzo stampa che minaccia le dimissioni in caso di “forzature politiche”. Premesso che per quanto ci riguarda vedremo di buon auspicio un cambio al vertice della Pietrasanta Sviluppo anche come conseguenza del risultato di bilancio del primo anno tutto sotto gestione Viviani, riteniamo che se ci sono attriti e mal di pancia nella maggioranza, non è concepibile una diatriba sulla pelle delle lavoratrici che di queste beghe politiche siamo sicuri ne farebbero volentieri a meno, e soprattutto in un momento talmente delicato della loro vita. Allo stesso tempo  noi del Gruppo Consiliare P.D. Comune di Pietrasanta ricordiamo all’Assessore Tartarini che è competenza e responsabilità della politica locale non solamente garantire un ottimo servizio mensa ai nostri figli, ma anche quello di dimostrare nei fatti una vicinanza concreta verso i lavoratori, cosa che un politico dovrebbe sempre avere a cuore dato i risvolti sociali che questo comporta.”

“In ogni caso – concludono – riteniamo che sia possibile continuare il rapporto di lavoro con le quattro dipendenti della cooperativa, anche se la richiesta dei pasti è calata e senza incorrere in alcun danno erariale, per esempio ricercando sul mercato commesse di fornitura dei pasti per altre strutture anche non scolastiche, ottimizzando e sfruttando al meglio le mense a disposizione della Pietrasanta Sviluppo, ampliando il portafoglio clienti della Patrimoniale con una probabile inversione di tendenza economica che ci riporterebbe indietro di qualche anno, quando questi problemi sembravano risolvibili.

Da parte nostra, massima solidarietà e vicinanza alle quattro lavoratrici della cooperativa, con la speranza che si riesca ad individuare la migliore soluzione che permetta loro di mantenere il posto di lavoro.”

(Visitato 370 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento