L’acqua gratis piace, soprattutto quando è assicurata la buona qualità e, aggiungendo 5 centesimi al litro, si può prendere anche quella frizzante. Una iniziativa, quella avviata dall’amministrazione prima a Piano di Mommio poi nel capoluogo (tra le scuole e la piscina), che sta raccogliendo grandi consensi. In un solo mese la “Casa dell’Acqua” (o l'”acqua del sindaco”, come in molti l’hanno ribattezzata) ha erogato 16.500 litri. Se questa stessa acqua fosse stata comprata, si sarebbero “sprecate” oltre 11 mila bottiglie di plastica.

La casina è stata inaugurata un mese fa, in piazza Pompeo Provenzali. <<Si tratta della seconda installazione sul territorio del Comune – sottolinea l’assessore all’ambiente Damasco Rosi – meta giornaliera di numerosi cittadini, a cui si può accedere per rifornirsi gratuitamente di acqua depurata liscia e con un costo di soli 5 centesimi/litro potranno prelevare anche acqua gassata. Siamo orgogliosi, anche per i nostri cittadini, per essere stati pionieri installando le prime due “Case dell’Acqua” dell’intero territorio della Provincia di Lucca, e spero che anche nel 2012, bilancio permettendo, si possa continuare a posizionare altre strutture di questo tipo in altre frazioni del nostro territorio. Dopo un mese dall’inaugurazione – prosegue Rosi – tenuto anche conto che siamo in pieno periodo invernale, possiamo tracciare già un primo e più che confortevole bilancio: 16.500 litri erogati, con un risparmio di circa 11.000 bottiglie di plastica. Un impianto – sottolinea Rosi – capace di apportare evidenti vantaggi sia dal punto di vista ambientale che della qualità della vita dovuti alla riduzione all’origine di plastica e allo smaltimento della stessa>>.

I cittadini che si recheranno presso l’impianto dovranno osservare attentamente le regole di utilizzo riportate sul fronte dello stesso, e anche le regole di utilizzo riportate sul sito internet del Comune, per poterne fruire nella dovuta maniera, anche in presenza di più utenti e per evitare spechi inutili di un bene prezioso come l’acqua. Nei prossimi giorni – prosegue Rosi – presso alcuni negozi e attività commerciali del capoluogo, grazie alla preziosa collaborazione con il Consorzio dei Commercianti di Massarosa, si potranno acquistare le chiavette elettroniche, successivamente ricaricabili presso la struttura, che consentiranno di prelevare l’acqua gassata in maniera più comoda>>.
Per scongiurare atti vandalici o reprimere possibili episodi di microcriminalità e per garantire un uso corretto degli apparecchi le “Case dell’Acqua” sono costantemente monitorate, 24 ore su 24, da sistemi di video sorveglianza.

(Visitato 129 volte, 1 visite oggi)
TAG:
acqua casa dell'acqua Damasco Rosi massarosa pubblica

ultimo aggiornamento: 13-01-2012


NUOVA VESTE PER IL PARCO DELLA FONTANELLA

MANCA LA CORRENTE. PROTESTE DEI COMMERCIANTI