SCOSSA DI TERREMOTO, DANNI IN ALTA VERSILIA, SABATO SCUOLE CHIUSE

VERSILIA. Una forte scossa di terremoto ha fatto ballare la Versilia intorno alle 15.53. Secondo le stime dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’epicentro è stato in Provincia di Parma, nella zona di Corniglio e Berceto, a circa 60 chilometri di profondità, una magnitudo di 5.4.

La scossa di oggi, oltre che in Versilia, è stata percepita in gran parte del nord e centro Italia. A Marina di Pietrasanta e a Capezzano Pianore, ma anche in altre zone della Versilia, testimoni raccontano di diverse persone scese in strada per la paura, scappate di casa o dagli uffici e negozi.

Il terremoto di questo pomeriggio ha lasciato il segno nella cittadina di Levigliani, frazione di Stazzema. L’intero cornicione di una casa in via della Chiesa è crollato a causa delle scosse ed ha distrutto due terrazzini e la canala dell’abitazione. Gli stessi residenti hanno subito avvertito i vigili del fuoco. “Stavo tornando a casa – racconta spaventata una donna di Levigliani – insieme a mia figlia, quando è iniziata la scossa: ho perso il controllo della mia auto per qualche secondo, e ho rischiato di cadere giù dal dirupo. Sono stati attimi terribili, ancora non mi sono ripresa”.

Lesioni lievi sono state segnalate dal parroco alla chiesa di Ripa, nel Comune di Seravezza, così come alla caserma dei carabinieri di Seravezza. In tutto l’entroterra versiliese inoltre si segnalati disservizi ai cellulariora in gran parte risolti.

Sono state effettuate diverse ricognizioni da parte dei tecnici delle varie amministrazioni comunali versiliesi nelle scuole, per verificare se ci sono stati eventuali problemi per la scossa di terremoto e decidere se eventualmente chiudere qualche scuola per la giornata di domani (sabato).  A seguito della scossa comunque la Provincia di Lucca ha chiesto a tutti i sindaci dei territori comunali di emettere un’ordinanza di chiusura per le scuole medie superiori di secondo grado al fine di effettuare le opportune verifiche e sopralluoghi. Domani le scuole rimarranno quindi chiuse.

(hanno collaborato Roy Lepore e Gabriele Buffoni)

Aggiornato il: 27-01-2012 15:57