CAMAIORE. E’ il presidente del Consorzio di Promozione Turistica, Carlo Alberto Carrai, a rinfocolare la polemica sulla gestione dei mercatini sul lungomare di Lido.

“Voglio ringraziare l’assessore Claudia Larini – scrive Carrai – che con la sua presa di onesta posizione dimostra la buona fede e la diligenza con la quale ha condotto il suo operato fino ad ora. Le riflessioni che mi vengono spontaneamente sono molte, ma ne esternerò solo alcune”.

“Come può Riccardo Bonuccelli, presidente della commissione che ha stilato il bando per la gestione delle fiere promozionali in passeggiata, dire oggi che e’ normale dare permessi ad altre associazioni senza regolamenti di alcun che? Visto le posizioni del sindaco Bertola, ritengo che Riccardo Micheli sia stata la prima vittima “gatto sull’Aurelia” di una guerra più grande e molto più nascosta, della quale non ci e’ dato conoscere gli obiettivi. Forse non si parla più di Aurelia, ma di Sarzanese”.
“Cosa interessava allora – chiede Carrai –  fare un bando che per onor di cronaca ha avuto un solo partecipante: il consorzio di promozione turistica di Camaiore? Proprio dalle file dell’Udc, Michele Rugani urlava allo scandalo di un non regolamento, io c’ero: avevano fatto un consiglio comunale solo per me, dove i grandi accusatori erano nella maggioranza di allora. Poi però, visto che nel bando  non c’era “trippa per gatti” lo si lasciava perdere e non si concorreva”.
“Si – ammette Carrai –  i mercatini in passeggiata portano un ritorno economico, che l’aggiudicatario del bando doveva garantire di riversare sotto forma di promozione, materiale cartaceo e iniziative per Camaiore. Cosa che interessa solo al Consorzio e a chi in questi dieci anni ha investito il proprio tempo, le proprie conoscenze, e molte volte i propri soldi per arrivare al risultato. E qui bisogna ringraziare molti operatori commerciali che senza far parte di sigle sindacali e molte volte nemmeno del consorzio, ci hanno aiutato e spronato per migliorare il risultato”.
“Anche il sindaco Bertola ha difeso a spada tratta questa iniziativa che ha permesso al Comune di ridurre il contributo per la realizzazione di materiale cartaceo di ben 30.000 euro. Mi arrivano telefonate con i commercianti che si lamentano di vedere un mercato in Passeggiata fatto da 15 banchi, non pubblicizzato e non concordato con nessuno, Ma per quella parte della politica di oggi, ieri contraria, va bene così. Il clientelismo politico amministrativo ha dimostrato il suo totale fallimento anche in questo caso, ma voglio vedere come, se e’ vero che il sindaco entrerà nell’Udc, riuscirà a governare anche questa situazione”.

(Visitato 45 volte, 1 visite oggi)

RC: NO AL PARCHEGGIO A PAGAMENTO ALL’OSPEDALE

SINISTRA COMUNE IN ASSEMBLEA