PIETRASANTA. Dopo il grande successo di “Colazione da Tiffany” che ha registrato il tutto esaurito al Teatro Comunale, La Fondazione La Versiliana porterà in scena martedì 31, alle 2045, “La resistibile ascesa di Aturo Ui”, altro grande spettacolo nell’ambito della stagione di prosa. Allegoria satirica di Adolf Hitler nella Germania naziosta, scritta da Bertolt Brecht in sole tre settimane, lo spettacolo vedrà nei panni del protagonista Arturo Ui il grande Umberto Orsini. Straordinario interprete di mille personaggi indimenticabili per il cinema, la tv e il teatro, che torna sul palcoscenico di Pietrasanta dopo molti anni di assenza, Umberto Orsini sarà affiancato da un cast di attori giovani ma già sorprendentemente maturi, che danno spessore alla coralità di questo allestimento:  Nicola Bortolotti, Simone Francia, Olimpia Greco, Lino Guanciale, Diana Manea, Luca Micheletti, Michele Nani, Ivan Olivieri, Giorgio Sangati, Antonio Tintis. Diretta da Claudio Longhi, “La Resistibile Ascesa di Arturo Ui” ha debuttato alla fine di marzo al Teatro Argentina di Roma, dove ha replicato per un mese, riscuotendo un enorme successo di pubblico. Brecht scriveva sulle note che il testo “rappresentava in tentativo di spiegare al mondo capitalistico l’ascesa di Hitler trasponendola in circostanze a quel mondo familiari”; l’opera si presenta infatti come una “farsa storica” dal registro grottesco, e racconta la scalata di uno scalcagnato gruppo finanziario nella Chicago corrotta degli anni ‘30 guardando in tralice alla situazione coeva della Germania. L’incisiva brevità dei singoli “numeri”, la serie rocambolesca dei fatti di cronaca narrati con lucida comicità da Brecht, traducono la storia in una “rivista” briosa e nitida, in una farsa feroce e violenta sulla tragedia europea del nazismo, sull’intreccio terribile e puntuale di economia e terrore, di gangsterismo politico e consenso di massa. Biglietti: da 24 a 10 euro.

 

(Visitato 37 volte, 1 visite oggi)

MEDEA PROTAGONISTA AL POLITEAMA

“EMOTIVI ANONIMI” AL CINEMA E OLTRE