CAMAIORE. “In Toscana ci sono 1145 edifici pubblici con presenza di amianto e la presenza di eternit negli edifici pubblici e in quelli privati è ancora purtroppo molto elevata”. Il Partito Liberale di Camaiore sottolinea così la necessità da parte di tutte le amministrazioni pubbliche di incentivare le bonifiche  magari installando impianti fotovoltaici a sostituzione delle coperture.

“Ora – spiega il Partito Liberale di Camaiore – chiediamo un impegno certo da parte del prossimo sindaco e del nostro candidato Fabio Pezzini: è indispensabile che un comune come Camaiore, che conta circa 30mila abitanti, punti senza paura al fotovoltaico, con un occhio anche all’eolico in collina, in modo da ridurre i costi della pubblica amministrazione”. Incentivando anche i privati a seguire questa rotta. Magari con accordi precisi con l’Asl in modo da ridurre sensibilmente i costi di bonifica, che per i privati sono molto onerosi. “Quanti edifici a Lido di Camaiore, costruiti negli anni ’70, hanno i cassoni dell’acqua in eternit in soffitta? Ancora decine, forse centinaia. Bonificare da una parte, e risparmiare dall’altro è un grosso sostegno all’ambiente, un sostegno non più rimandabile anche perchè Camaiore è un comune a forte vocazione turistica. E “votarsi” al fotovoltaico (e all’eolico) rappresenterà anche un grosso aiuto alle tasche dei cittadini. La macchina amministrativa costa troppo, iniziamo a risparmiare energia sfruttando i contributi del Ministero dell’ambiente, come ha fatto recentemente la Regione Toscana che ha installato pannelli solari integrati sui suoi palazzi. Scuole, edifici pubblici, palestre, il palazzetto dello sport, gli impianti sportivi devono diventare non solo autosufficienti, ma produttori di energia pulita”.
(Visitato 145 volte, 1 visite oggi)

BERTOLA: “FACCIAMO IL POSSIBILE PER SALVARE LA SCUOLA DEL PADULETTO”

TORNA A GRANDE RICHIESTA “IL SIGNOR G”. LA LEZIONE-SPETTACOLO PER CONOSCERE GIORGIO GABER