CAMAIORE. Quattro obiettivi. Preparare un piano strategico per coordinare i diversi strumenti di crescita: urbanistica, economia, sociale, cultura. Programmare la manutenzione e la cura del territorio. Realizzare un piano di crescita per le risorse umane per prevenire e contrastare il disagio. Mettere la trasparenza al primo posto.

Con questi punti e un ricco programma (40 pagine stampate fronte e retro) è stato presentato ufficialmente (al centro direzionale de Le Bocchette) il programma elettorale del centrosinistra e del candidato sindaco Alessandro Del Dotto.

“Non tutto quello che è stato fatto in questi anni è da buttar via – ha detto Del Dotto – ma a Camaiore va restituita una propria identità, basata sulla qualità della vita e delle persone. Siamo ambiziosi e presentiamo un programma dal 2012 al 2022. Ma non gettiamo fumo negli occhi e non promettiamo grandi opere faraoniche che in tempo di crisi non possono essere realizzate”.

Il programma – disponibile nelle sedi di partito e sul sito internet del candidato Del Dotto – è articolati in diverse sezioni, tutte  ben dettagliate. Dal tema della trasparenza a quello dello sviluppo sostenibile, dall’ambiente al turismo, dalla mobilità all’agricoltura, dalla scuola al sociale, dalla cultura allo sport.

“Qui si respira un aria di rinnovamento e di serietà”, ha commentato il presidente della Provincia Stefano Baccelli, presente stamani (10 marzo) al centro direzionale de Le Bocchette di Capezzano Pianore.

Con lui anche il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. “Persone come Alessandro – ha detto Rossi – sono quello che ci vuole per riportare nella gente la fiducia nella politica. Una persona seria, onesta, competente. Ha la stoffa del sindaco”. Rossi si è poi soffermato sui temi del sociale, del consumo del territorio. “Noi siamo contro gli immobiliaristi e il consumo sfrenato di territorio – ha detto Del Dotto – ma a favore di chi lavora nel territorio, delle tante ditte edili che hanno bisogno di lavorare. Qui entra il gioco il recupero del patrimonio già esistente”.

Durante la giornata è stata presentata anche l’iniziativa dei sostenitori di Del Dotto che, già da qualche giorno, hanno cominciato ad appendere bandiere con il volto del candidato sindaco alle finestre e ai balconi delle loro case. “Non abbiamo la presunzione di vincere al primo turno – ha detto Del Dotto, rivolto al suo “concorrente” Alberto Matteucci – ma abbiamo un programma ambizioso che guarda ai prossimi 10 anni. In caso di ballottaggio? Guarderemo solo i programmi e i contenuti”.

Il candidato Alessandro Del Dotto è sostenuto da Pd, Sel, Idv, Federazione della Sinistra, Pensionati Democratici, Partito Socialista, lista “Progetto Comune”.

(Visitato 81 volte, 1 visite oggi)

VIVERE VIAREGGIO: “PRONTI A FAR CADERE QUESTA GIUNTA”

BURATTI: “NESSUN OMAGGIO A MUSSOLINI”