VIAREGGIO. Esce nelle sale italiane “I colori della passione” (The mill and the cross) del regista polacco Lech Majewski vincitore del premio Viareggio Europacinema 2011 come miglior film europeo dell’anno.

Inizia da Pisa, l’Università che aveva patrocinato il premio conferito al film dal Festival Viareggio EuropaCinema, una settimana fitta di incontri del regista Lech Majewski in diverse città italiane, in occasione dell’uscita del film in distribuzione nelle sale italiane, che avverrà venerdì 30 Marzo 2012.

Dopo gli incontri di Pisa, il film verrà proiettato in anteprima a invito

Martedì 20 ore 21.00 Multisala Adriano di FIRENZE  –

Mercoledì 21 ore 19.30 presso il Cinema Palestrina di MILANO . riservato alla stampa

Giovedì 22 ore 12.00 Lech Majewski incontra gli studenti DAMS di BOLOGNA presso il Dipartimento di Arte Musica e Spettacolo nella sede di Via Barberia 4

Giovedì 22 ore 20.00 Cinema Lumière BOLOGNA, anteprima alla presenza del regista

Venerdì 23 ore 10:30 proiezione per la stampa e conferenza presso il Cinema Barberini ROMA, e alle ore 17.00 presso la Scuola NUCT al Teatro 16 di Cinecittà studios.

Sabato 24  ore18.30 -21.00 proiezione speciale presso il Teatro dell’Accademia di Belle Arti di NAPOLI, nel programma di incontri “L’arte della felicità”

Si tratta di un calendario di eventi reso indispensabile dall’altissimo valore artistico riconosciuto in tutto il mondo a questo film che, grazie anche a un cast di interpreti fuori dal comune, come Rutger Hauer, Michael York e Charlotte Rampling,  ha raccolto successi e premi al Sundance Festival, al Festival di Rotterdam, al Film Fest Popoli e religioni, al Film Critics Circle di S. Francisco,all’Aruba Film Festival, al Festival del Cinema Europeo di Siviglia, oltre, ovviamente a Viareggio EuropaCinema.

L’assessore alla cultura  Ciro Costagliola e il Direttore artistico Pier Marco De Santi esprimono la grande soddisfazione, anche a nome del Comune di Viareggio per un risultato – quello della distribuzione in versione italiana, a cura di Cecchi Gori Home Video, che dimostra ancora una volta la grande qualità dei recenti programmi del Festival del cinema di Viareggio, un qualità che produce effetti sul piano della diffusione  delle nuove produzioni di opere cinematografiche d’autore europee, e al tempo stesso il pieno coinvolgimento delle università italiane più sensibili alla storia e alla realtà del cinema di oggi, che sono gli obbiettivi principali definiti a suo tempo per il nuovo corso di Viareggio EuropaCinema.

(Visitato 21 volte, 1 visite oggi)

TUTTI IN PIAZZA DUOMO PER RICORDARE LE VITTIME DELLA MAFIA

SCUOLA. AL VIA I LAVORI ALLE MOTTO