VIAREGGIO. Non mancherà neppure una delegazione di viareggini all’isola del Giglio dove domani, venerdì 13 aprile, si terrà un convegno europeo sul disastro della Costa Concordia: a salpare verso l’arcipelago toscano saranno principalmente i familiari delle vittime del disastro ferroviario del 29 giugno 2009. La partenza da Viareggio è alle ore 6.30 dal parcheggio Pam per salire sul traghetto delle ore 9.30 a Porto Santo Stefano. Il rientro avverrà con il traghetto delle ore 17.30.

“Il nostro impegno – scrive Claudio Menichetti, padre di Emanuela, una delle vittime della strage – è essere presenti per esprimere solidarietà a chi ha subito le conseguenze di questa immane tragedia.

“Saremo all’isola del Giglio anche per seguire i lavori e, se possibile, intervenire nel dibattito. Vogliamo invitare chi è interessato a stabilire i contatti con i familiari delle vittime del disastro ferroviario di Viareggio e di altre tragedie simili: i familiari delle vittime della Concordia devono sapere che non saranno mai soli e, ogni volta che lo vorranno, noi ci saremo, anche per trasmettere loro la nostra esperienza in un percorso difficile e doloroso qual’è sempre l’accertamento della verità e il bisogno di giustizia.

“Martedì 10 aprile siamo stati a Livorno in occasione del 21° anniversario del Moby Prince. La nostra, come altre, è stata una presenza importante e numerosa per esprimere anche con la presenza fisica la solidarietà ai familiari delle 140 vittime del Moby, per non dimenticare Viareggio e le altre stragi, per fare passi concreti nella costruzione del Coordinamento dei Comitati e delle Associazioni.

“Assieme a noi, con proprie delegazioni e striscioni, erano presenti anche le associazioni ‘Ruggero Toffolutti’ di Piombino e ‘Le voci della memoria’ di Casale Monferrato.”

Intanto ieri sera il canale televisivo inglese Channel 4 ha trasmesso un documentario sul disastro della nave da crociera, intitolato “The Sinking of the Concordia – Caught on camera” e realizzato con i video amatoriali di alcuni passeggeri.

(Visitato 23 volte, 1 visite oggi)

LA “PICCOLA ATENE” RICEVERÀ UNA DELEGAZIONE GRECA

MENO 30% SULLA TARIFFA DEI RIFIUTI. LUNARDINI: “SI PUÒ FARE”