LIDO DI CAMAIORE. Quasi 130 tonnellate di rifiuti differenziati raccolti. Sono i dati da cui partono gli stabilimenti balneari di Lido che anche quest’anno mettono in campo, con la collaborazione di Sea Risorse, una serie di iniziative per la cura dell’ambiente e la salvaguardia delle spiagge.

Ogni stabilimento infatti (98 in tutto) avranno la loro mini-isola ecologica, con i bidoni per la carta, per la plastica, per il vetro, e per l’indifferenziato umido. “Rispetto allo scorso anno – ha spiegato Luca Petrucci, presidente dell’associazione balneari Lido – i nostri clienti potranno gettare nella plastica anche bicchieri, forchette e piattini, che sulla spiaggia rappresentano una grossa fetta dei rifiuti prodotti”.

(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

Ecco perché quest’anno si alza l’asticella dell’obiettivo ad almeno 150 tonnellate, dal 4 giugno al 30 settembre circa. “Ogni cassonetto – spiega Petrucci – ha stampato il nome del bagno, per permettere che ogni stabilimento sia responsabilizzato della sua raccolta rifiuti”. “E per permettere a Sea – ha sottolineato l’ingegner Caterina Susini – di effettuare un report settimanale sulla raccolta, e segnalare se c’è qualche bagno che ha bisogno di maggiore sensibilizzazione. Andremo a controllare infatti se il rifiuto gettato corrisponde alla tipologia prevista”.

Ci sarà anche una nuova cartellonistica, più chiara, con i disegni  di cosa gettare e cosa no nei cassonetti. I cartelli saranno apposti all’ingresso dei bagni, e vicino alle isole ecologiche.

Il servizio “Spiaggia Si-Cura”, presentato al bagno Miraggio, si unisce a quello già presentato nei giorni scorsi della bau-beach, gli ombrelloni dedicati ai cagnolini.

(Visitato 390 volte, 1 visite oggi)

RAPINATO SOTTO CASA NOTO RISTORATORE

L’APPELLO DI ANDREA BOCELLI: “NON FATE MORIRE IL FESTIVAL PUCCINIANO”