PIETRASANTA. “Giovannetti e il PDL dicono che Lombardi avrebbe paura a fare una figuraccia affrontando Mallegni in un dibattito pubblico: le figuracce le hanno fatte loro di fronte ai cittadini e sono stati sonoramente bocciati come partito e come vicesindaco uscente alle elezioni comunali.” Ad affermarlo è Giuseppe Dello Sbarba, segretario cittadino del Partito Democratico.

“Comunque, se Giovannetti, che dovrebbe essere il capo dell’opposizione, vuole illustrare i suoi argomenti (cosa che avrebbe già potuto fare in consiglio comunale invece di fare sceneggiate), venga al dibattito pubblico in Sant’Agostino ed intervenga senza nascondersi dietro a Mallegni. O ha paura del confronto con Lombardi?

“Questo tirare sempre in ballo il vecchio sindaco non dimostra altro che la pochezza dell’attuale opposizione.

“In quanto poi al Comitato per la salvezza delle imprese, che purtroppo si sta delineando come il Comitato per la salvezza di Mallegni, prendiamo atto che ha riconosciuto che il disavanzo di dieci milioni di euro causato dalle amministrazioni di centrodestra esiste davvero, cosa che fino a ieri comitato e lo stesso Mallegni avevano negato.

“Poco male, dicono loro, basta vendere dieci milioni di euro di immobili pubblici e tutto è risolto. E allora, di che vi lamentate?

“La scelleratezza di queste posizioni è evidente a tutti, e questi signori fanno finta di non sapere che, oltre a dieci milioni di crediti non riscuotibili, la precedente amministrazione ha lasciato in eredità anche quasi quattro milioni di debiti fuori bilancio che dovranno essere pagati da tutti i cittadini e chi si aggiungono ai tagli ai trasferimenti al Comune da parte dello Stato.

“L’IMU non è un’invenzione del Comune di Pietrasanta, ma una imposta nazionale che l’amministrazione comunale applicherà, come più volte detto, alle aliquote più basse possibili con un occhio di riguardo per prime case ed attività produttive.

“Questo succederà non per le sparate a vuoto dei consiglieri di opposizione, ma grazie al lavoro di confronto, aperto e costruttivo, che partiti di maggioranza, amministrazione, gruppi consiliari e categorie economiche e sociali hanno fatto in queste settimane.”

(Visitato 20 volte, 1 visite oggi)

CAMAIORE. ECCO IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE

MARCO DADDIO: “DEL DOTTO È IL SINDACO DEL 30% DEI CAMAIORESI”