LUCCA. Per l’intera giornata di domenica 3 giugno le Mura urbane, le piazze e le strade del centro storico si trasformeranno in colorate palestre all’aria aperta dove grandi e piccoli potranno conoscere e provare moltissime discipline sportive, grazie alla «Giornata Nazionale dello Sport» che si tiene ogni anno la prima domenica di giugno.

Durante la manifestazione, organizzata dal Coni insieme a Comune e Provincia di Lucca, con la collaborazione delle Associazioni Sportive del territorio, il supporto della Asl 2 Lucca e Asl 12 Viareggio, si terranno tornei, gare, esibizioni e partite, coordinati dal Comitato Provinciale CONI, grazie alle quali si intendono avvicinare giovani, adulti e bambini alla pratica sportiva e ai suoi valori.

La nona giornata nazionale dello sport è stata presentata stamani venerdì 1° giugno a Palazzo Ducale dal presidente della Provincia Stefano Baccelli, dal Sindaco del Comune di Lucca Alessandro Tambellini, dal presidente del Coni Lucca Enrico Bertuccelli insieme ai rappresentanti Ellena Pioli, responsabile Ser.T. della ASL2 di Lucca e Guido Intaschi, responsabile U.F.S. Ser.T. e coordinatore del progetto regionale “Divertirsi… Guadagnando Salute” della ASL 12 Versilia.

Erano presenti, inoltre, l’assessore Diego Santi e il presidente del CAI Lucca, Glauco Soggiu, che hanno presentato la manifestazione “Montagna sicura”, proiettando due brevi estratti dei cartoon ideati appositamente per i bambini.

Il tema scelto quest’anno per la Giornata dello Sport, con lo slogan “I speak sport. E tu?”, vuole proporre l’attività come strumento per fare incontrare cittadini di diversa origine, età e talento nel segno del rispetto, della solidarietà e del divertimento. Un modo per ricordare i valori di libertà ed unione di questa importante ricorrenza insieme a quelli che da sempre contraddistinguono lo sport: l’amicizia, la tolleranza, la solidarietà, l’autodisciplina e la responsabilità.

La pratica sportiva, infatti, rimane senza dubbio il contesto all’interno del quale si possono sperimentare situazioni e dinamiche comuni al contesto più ampio della società civile, come il confronto, la socializzazione, il rispetto delle regole e dell’avversario, l’accettazione del diverso, l’incontro con le difficoltà e il loro superamento.

La Giornata Nazionale dello Sport quest’anno, grazie alla collaborazione con l’Azienda USL 2 Lucca e la Azienda USL 12 Versilia. vedrà anche la presenza del progetto regionale “Divertirsi… Guadagnando Salute”, mirato alla promozione e alla diffusione degli stili di vita sani attraverso interventi multilivello ed intersettoriali che valorizzino l’attività fisica ludico-sportiva e promuovano le bevande analcoliche come contributo nella prevenzione della cultura dell’eccesso ed in particolare del consumo problematico di alcool.

Considerato che nel 2013 Lucca sarà protagonista dei Mondiali di ciclismo su strada, in questa giornata sarà presente uno stand  promozionale a cura del Comitato Organizzatore del Mondiale di Ciclismo 2013.

Programma

La giornata inizierà alle ore 10 con una serie di tornei, gare ed esibizioni mentre alle ore 11, si svolgerà una passeggiata sulle Mura Urbane con i “Gruppi di Cammino”, progetto realizzato dalla Azienda USL 2 in collaborazione con la Provincia e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Alle ore 17, infine, verrà presentato il progetto “Montagna sicura”, voluto dall’Amministrazione Provinciale di Lucca e portato avanti con il C.A.I..

In questa occasione saranno presentati i due cartoon dedicati ai bambini e ci sarà “La festa della montagna” che si svolgerà a Cortile Carrara. In questa occasione i bambini potranno provare un vero muro di arrampicata, ci saranno spettacolari proiezioni in 3d delle attività da fare in montagna e giochi a tema.

Montagna sicura

Negli ultimi anni le casistiche di infortunio in montagna sono andate progressivamente aumentando e molto spesso delle stesse non sono vittima gli esperti scalatori e arrampicatori ma i frequentatori occasionali, gli escursionisti che si approcciano con leggerezza al trekking, spesso sprovvisti della necessaria attrezzatura, di organizzazione e di informazioni.

Partendo da questi dati, il progetto “Montagna sicura” vuole diffondere capillarmente la cultura di come si va in montagna per ridurre gli incidenti, riportare la percezione comune delle nostre vette al concetto della montagna come luogo dove è possibile fare molte attività interessanti e vivere la natura e allontanare così l’idea di “montagna killer”.

Negli anni il progetto è stato proposto e sposato dal dal livello provinciale al livello regionale, sono nati opuscoli informativi distinti per attività (escursionismo estivo, ricerca funghi, escursionismo invernale), è nato un bollettino meteo della montagna, sono stati fatti convegni ed iniziative di informazione allacciate ad iniziative sportive, turistiche e scolastiche.

Particolare attenzione è stata data alla diffusione del progetto tra i bambini e negli ultimi tre anni sono state proposte iniziative mirate ai bambini.

Nel 2011 la Provincia ha proposto ed ottenuto dalla Regione un finanziamento di 15mila euro con cui si è deciso di adeguare lo stesso ai nuovi linguaggi e alle nuove tecnologie di informazione: si passa dall’informazione cartacea a quella digitale, dalle locandine e brochure distribuite sul territorio al web.

(Visitato 29 volte, 1 visite oggi)

CHIUSURA OBBLIGATA PER IL FRAU. DE GIORGI: “ACCANIMENTO CONTRO I LOCALI DELLA MARINA”

CONFCOMMERCIO A FIANCO DELLE IMPRESE TERREMOTATE DELL’EMILIA-ROMAGNA