CAMAIORE. Dal palazzo ducale di  Massa al palazzo ducale di  Lucca: a cavallo sulla Via Francigena. Il viaggio, realizzato con il patrocinio della Regione Toscana, con le Province di Lucca e Massa e con i Comuni di: Camaiore, Lucca, Massa, Montignoso e Pietrasanta, avrà la durata di 4 giorni ( dal 14 giugno al 17 giugno)  e avrà  lo scopo di far conoscere  una delle tratte Toscane della via Francigena di maggiore importanza.

La Via Francigena non è soltanto un percorso dedito al pellegrinaggio, ma anche un’occasione unica di scoperta e conoscenza dei luoghi che tocca, dei loro tesori naturalistici, storici nonché gastronomici: un vero e proprio  patrimonio fatto di , arte, storia, natura e senso dell’ospitalità, ma soprattutto di tanta cultura.

 La partenza è prevista da Massa  dal Palazzo Ducale. Massa- Carrara è  la Provincia più a nord della Toscana, porta di ingresso per il percorso Toscano della Via Francigena. La Provincia di Massa Carrara ha avuto ed ha, fin dai primi anni ’90, un ruolo fondamentale nello sviluppo del percorso Toscano : studi e ricerche storiche, convegni, eventi, iniziative, produzione di materiali promozionali (guide turistiche dedicate), investimenti di restauro/ristrutturazione come nel caso della Pieve di Sorano e dell’Abbazia di San Caprasio, ne sono la testimonianza.

L’arrivo è previsto a Lucca, Provincia anch’essa storicamente molto importante. Il percorso lucchese, che si snoda lungo i territori della Versilia e della Piana di Lucca, rappresenta un tratto importante dell’itinerario di Sigerico sia  per le testimonianze storiche di pievi e borghi, oltre che per una straordinaria combinazione di paesaggi, cultura e sentieri che ne fanno il tratto più interessante dell’intera Via da Canterbury a Roma.

Le tappe che interessano questo viaggio sono:

1) 14-6-12 : (partenza)  Massa  Palazzo Ducale – Pietrasanta;

2) 15-6-12 : Pietrasanta – Lido di Camaiore

( passaggio in spiaggia dal pontile di Forte dei Marmi, al pontile

di Pietrasanta e al  Pontile di Lido di Camaiore) – Camaiore;

3)  16-6-12 : Camaiore –Lucca;

4)  17-6-12 : (mattino) – Lucca- centro storico-  (Palazzo Ducale)

 

Per dare maggiore visibilità all’iniziativa, il percorso progettato prevede un passaggio anche sulla costa, deviando momentaneamente da quella che è la tratta originaria. Dopo essere arrivati il giovedì sera nel centro storico di Pietrasanta con una sosta per un saluto con le Autorità locali in p.zza Del Duomo, i cavalieri il giorno seguente andranno verso mare per percorrere gli arenili  di Forte dei Marmi, Pietrasanta e Camaiore, percorrendo un tratto delle neonata “Ippovia del mare”. Ci siamo proposti ,nell’eventualità che venga riconosciuta al nostro litorale la “bandiera blu”, di effettuarne la consegna. Nel dettaglio i cavalieri sfileranno sulla batigia portando le bandiere dell’ass. Il Cavallo e Noi, della FISE, della Regione Toscana e la “Bandiera blu”; quest’ultima   verrà consegnata alle Autorità alla cerimonia prevista presso il pontile di Lido di Camaiore. Al termine della cerimonia i cavalieri sfileranno sul lungomare fino a Viareggio, per rientrare poi a Camaiore sulla tratta originaria,  passando per la Cittadella del Carnevale. Visto il periodo, questo tratto è particolarmente promozionale ed ha lo scopo pricipuo di sensibilizzare la pratica del turismo equestre come “strumento naturale” per la fruizione del territorio. Altro momento di sicuro interesse è la parte finale quando i cavalieri sfileranno sopra le mura di Lucca per poi raggiungere il Palazzo Ducale in P.zza Napoleone per la cerimonia di chiusura del viaggio.

Tre le cerimonie che saranno previste:

1° alla partenza con il saluto delle autorità

2° in Versilia al Pontile di Lido di Camaiore

3° all’arrivo a Lucca con le autorità.

 

Il progetto ha anche lo scopo di valorizzare le località interessate anche sotto l’aspetto gastronomico. Proprio con questo fine ai cavalieri ogni sera sarà organizzata  una cena tematica in un ristorante tipico del luogo ove si fa tappa.

Partecipanti:

I cavalieri  dovranno essere in un numero non superiore a 15, questo perché sarà più snella la gestione logistica dei cavalli e comunque questo verrà valutato più avanti. Tutti i cavalieri dovranno essere  esperti di viaggi a cavallo, essere soci dell’Ass.ne Il Cavallo e Noi ed essere tesserati FISE    (questo, oltre ad essere indispensabile per poter essere riconosciuto ed inserito nel calendario nazionale FISE permetterà una copertura assicurativa aggiuntiva alle proprie coperture).

 

 

 

(Visitato 71 volte, 1 visite oggi)

TORNA IL FESTIVAL DI MUSICA DA CAMERA DI PIEVE A ELICI. “UNA PERLA PER L’INTERA TOSCANA”

ASPETTANDO L’ESTATE CON IL FESTIVAL “UNA ROTONDA NEL BLU”