ROMA. Approvata in via definitiva la legge per Viareggio. Ne dà notizia il senatore Pd Andrea Marcucci. “Per la prima volta in Italia vengono equiparati diritti dei conviventi a quelli dei coniugi”, sottolinea, con orgoglio, il parlamentare lucchese.

Si tratta infatti di una vittoria non solo per i familiari delle vittime della strage di Viareggio, che attendevano il provvedimento per vedere la giusta tutela di tutte le persone coinvolte nel disastro, non solo dei coniugi veri e propri. Si tratta di una giornata storica anche per i diritti civili, per chi da anni combatte per ottenere pari dignità.

La stessa associazione dei familiari delle vittime, “Il mondo che vorrei”, aveva più volte ribadito l’importanza di questa legge, che riconoscesse pari dignità e diritti a tutte le famiglie coinvolte nell’esplosione di Gpl del 29 giugno 2009.

 L’aula ha votato il provvedimento all’unanimità, un importante atto di solidarietà per le vittime della strage ferroviaria del 29 giugno del 2009, ma anche un passo in avanti significativo sulla strada del riconoscimento delle coppie di fatto.
Lo rendono noto i senatori del Pd Manuela Granaiola ed Andrea Marcucci, che insieme al collega Massimo Baldini (Pdl), avevano presentato il disegno di legge approvato oggi dalla commissione lavori pubblici di Palazzo Madama. “Il caso nasce per rendere giustizia ad Alessandra Biancalana, compagna di Antonio Farnocchia, una delle vittime del disastro,  esclusa in un primo tempo dagli aventi diritto alle elargizioni, in quanto il convivente non aveva ultimato le pratiche di divorzio”, spiegano i parlamentari.
 “Ringraziamo i presidenti Fini e Schifani, ed il sottosegretario ai trasporti Guido Improta, che hanno reso possibile il via libera prima del trezo anniversario della strage.

“Ci auguriamo infine che tale legge rappresenti un precedente importante che allinei l’Italia al resto d’Europa anche in materia di unioni civili.”

(Visitato 83 volte, 1 visite oggi)
TAG:
29 giugno conviventi coppie di fatto legge marcucci pd roma viareggio

ultimo aggiornamento: 12-06-2012


NELLO STAFF DI DEL DOTTO ENTRA ANCHE ANITA CANCELLIERE

CARNEVALE, I SOLDI PER I CARRISTI CI SONO