(foto Pomella)
(foto Pomella)

CAMAIORE. “Il primo obiettivo è assicurarsi di non perdere i Carabinieri di Lido con la fine dell’estate. Poi penseremo anche al nuovo comando”.

Lo dice Alessandro Del Dotto, alle prese con diversi “problemi” sul fronte sicurezza. Oltre al parcheggio all’ospedale (con ripetuti fatti di cronaca da segnalare per la presenza di stranieri che bivaccano tra area di sosta delle auto e nasocomio), l’altro cruccio sono i carabinieri.

A fine settembre infatti scadrà l’accordo con la proprietà dell’attuale immobile che ospita i militari dell’Arma a Lido, in via Fossa dell’Abate. E, per quanto riguarda gli accordi con l’ex Carosello per la costruzione di una nuova caserma, non ci sono sviluppi concreti. “Il mio primo obiettivo – spiega a VersiliaToday il primo cittadino di Camaiore – è quello di assicurare ai militari di Lido la permanenza anche dopo l’estate. Incontrerà la proprietà, per chiedere una proroga del contratto, senza aggravi ulteriori per l’Ente”. Negli anni infatti l’affitto per la caserma di Lido ha avuto un crescente aumento, previsto nel contratto, del canone di locazione, a carico del Comune.

“Per l’ex Carosello non c’è nessun accordo concreto. Cercherò di capire come stanno le cose anche su quel fronte, ma contnuerò ad avere i contatti anche con l’immobile attuale, per capire se ci sono le condizioni per lasciare lì, definitivamente, la caserma”.

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)

L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE: “IO QUELL’ACQUA NON LA BEVO”

COLUCCINI SULL’ACQUA MARRONE: “BASTA ASPETTARE CHE SIA GAIA AD INTERVENIRE, SI MUOVA IL COMUNE”