MASSAROSA. Dopo il riscontro positivo ottenuto la scorsa estate per l’utilizzo di personale finalizzato alla pulizia delle  frazioni attraverso l’utilizzo dei buoni lavoro voucher, per i prossimi tre mesi l’amministrazione comunale di Massarosa si avvarrà ancora una volta di questa particolare forma di prestazione lavorativa per migliorare le condizioni del nostro territorio.

L’utilizzo dei voucher per lavoro occasionale accessorio, da svolgere presso il comune di Massarosa nell’ambito delle attività di pulizia di strade e spazi pubblici, ma anche per la manutenzione di edifici, strade, parchi, monumenti o di assistenza manifestazioni sportive, fieristiche, culturali o lavori di emergenza e solidarietà – spiegano gli assessori al sociale Simona Barsotti e all’ambiente Damasco Rosi – si è rivelato un positivo strumento, sia per l’amministrazione, che per i soggetti che ne hanno beneficiato”.

Si tratta di buoni lavoro voucher del valore unitario di 10 euro che comprendono, sia la retribuzione per il lavoratore, che la contribuzione Inps e l’assicurazione Inail, destinati a studenti con meno di 25 anni nei periodi di vacanza scolastica, disoccupati o percettori di misure di sostegno (es. cassaintegrati) e casalinghe, che permettono piccole occasioni di inserimento lavorativo.

Il valore di questa formula – continuano Barsotti e Rosi – deriva dal fatto che con essa oltre a dare un temporaneo supporto economico ai soggetti, reinserendoli in un contesto di dignità umana e lavorativa, si consente all’Amministrazione Comunale, da una parte di fornire, anche se per un breve periodo, un servizio aggiuntivo a vantaggio dei cittadini del nostro territorio e dall’altra di migliorare il decoro dei nostri paesi in un periodo in cui è prevista tra l’altro la presenza di numerosi turisti.

Anziché erogare fondi in maniera indiscriminata, questi verranno erogati in cambio di una prestazione lavorativa a vantaggio dell’intera comunità e del territorio. In un periodo di generali ristrettezze economiche, in cui tanti sono chiamati a fare sacrifici, vorremmo continuare a dare, come avveniva in passato, un aiuto alle persone momentaneamente colpite da difficoltà finanziarie, però solo nel caso in cui queste dimostrino la reale volontà di reinserirsi nel mondo lavorativo. Questo anche per evitare che qualcuno possa approfittarsi, magari a discapito di altri aventi gli stessi bisogni, della percezione di contributi senza dare la disponibilità ad effettuare in cambio prestazioni lavorative a vantaggio della collettività”.

In questo modo – concludono Barsotti e Rosi – stante l’attuale impossibilità di assumere personale all’interno dell’Ente comunale, potremmo pensare di utilizzare i voucher, attraverso la sinergia di diversi assessorati, come figure paragonabili ai cantonieri di frazione, dando seguito, peraltro, a quanto previsto nel programma di questa amministrazione”.

 Per informazioni: ufficio servizi sociali, in via del Molinello (0584/979255-237-240-282-284) o del cittadino (0584/979229).

(Visitato 28 volte, 1 visite oggi)
TAG:
ambiente barsotti crisi Damasco Rosi lavorativi Lavoro massarosa Sociale voucher

ultimo aggiornamento: 21-06-2012


NIENTE PESCA NEL TIRRENO DAL 24 AGOSTO. COLDIRETTI: “AUMENTERÀ L’IMPORTAZIONE”

DOPO SEI MESI, FIRMATA LA CONVENZIONE CREA-ASL12 PER I CENTRI PER DISABILI