VERSILIA. Ieri pomeriggio gli uomini di pattuglia dell’operazione “Mare Sicuro” sono intervenuti a Lido di Camaiore dove un settantacinquenne è morto a causa di un malore.

E nella notte il lavoro della Guardia Costiera è continuato in questo primo week end estivo.

Erano infatti le tre di notte quando, alla sala operativa della Guardia Costiera di Viareggio, giungeva la richiesta di aiuto da parte di un’imbarcazione a vela di circa 10 metri.

A bordo, i tre uomini partiti da Bocca di Magra, non riuscivano a riavviare il motore e si trovavano alla deriva a circa 4 miglia dalla costa.

Immediatamente partiva a tutta velocità la motovedetta CP 813 che dopo una ricerca al radar individuava l’imbarcazione in difficoltà.

Grazie all’aiuto degli uomini della Guardia Costiera e rassicurati dalla presenza della motovedetta, gli occupanti della barca riuscivano a tranquillizzarsi ed ad issare le vele.

Così, spinti dal vento e guidati dalla motovedetta della Guardia Costiera, riuscivano a far rotta verso il porto di Viareggio dove raggiungevano le acque sicure della darsena intorno alle 5 di mattina.

Qui, aiutati dai marinai in divisa bianca, ormeggiavano in sicurezza nella banchina proprio di fronte agli uffici della Guardia Costiera.

Una brutta avventura finita bene grazie alla tempestività dell’intervento dovuta anche all’utilizzo del numero blu 1530, il numero gratuito che mette in moto i motori della Guardia Costiera.

(Visitato 148 volte, 1 visite oggi)
TAG:
barca a vela deriva Guardia costiera intervento numero blu

ultimo aggiornamento: 23-06-2012


ANCORA ACQUA MARRONE DAI RUBINETTI TRA CORSANICO E CASESI

ANCORA INCIDENTI A LIDO IN VIA GARIBALDI E VIA ROMA