VIAREGGIO. L’amministrazione comunale di Viareggio dà il via alle celebrazioni del ventesimo anniversario della scomparsa del grande musicista argentino Ástor Piazzolla, autore e interprete capostipite del tango moderno, virtuoso del bandoneón, la celebre fisarmonica tedesca divenuta poi fondamentale per la cifra stilistica del tango. Le celebrazioni prevedono una serie di eventi che si svolgeranno nei mesi di luglio e agosto in Versilia e a Lucca.

L’anniversario della scomparsa del grande Maestro è impreziosito dalla ‘chicca’ della recente scoperta dei documenti che provano che la nonna materna era nata e cresciuta a Massa di Sassorosso, in provincia di Lucca.

“Ringrazio l’ambasciata argentina, che con il suo sostegno economico ha reso possibile la realizzazione delle celebrazioni, e la Casa Latinoamericana della Versilia promotrice del progetto, patrocinato anche dalla Provincia di Lucca”, dichiara l’assessore alla cultura e vicesindaco Ciro Costagliola. “L’evento rappresenta, per l’amministrazione comunale e l’ambasciata argentina, una grande opportunità di collaborazione per creare una rete di proficui scambi e relazioni tra realtà storico-artistiche di eccellenza.

“D’altronde, Viareggio è sempre stata teatro di eventi significativi che hanno animato la scena artistica e letteraria, protagonista di spicco della vita culturale nazionale.”

Il primo appuntamento sarà a Viareggio in Villa Paolina venerdì 6 luglio alle ore 21 con l’inaugurazione, alla presenza dell’ambasciatore argentino, della mostra “Aires de Buenos Aires. Omaggio a Piazzolla”, opere della pittrice Ofelia Lachner e sculture di Silvina Spravkin e Jorge Romeo. La mostra rimarrà aperta, con ingresso gratuito, fino a domenica 15 luglio (lunedì chiuso) dalle ore 18.30 alle 23.

La commemorazione continuerà con il Concerto di Tango, organizzato in collaborazione con la Fondazione Carnevale, il 14 agosto in Piazza Mazzini.

(Visitato 49 volte, 1 visite oggi)

“CITTÀ INFINITE”, ARRIVA L’ADESIONE DEI CONSORZI DI MONTRAMITO E BOCCHETTE

UNA SERATA DI MUSICA E PAROLE PER CONOSCERE I FINALISTI DEL PREMIO CARDUCCI