LA VIAREGGIO CONGRESSI VUOLE ACQUISIRE IL CONSORZIO “VERSILIA MEETING” IN LIQUIDAZIONE

VIAREGGIO. Acquisire il Consorzio Versilia Meeting messo in liquidazione dai soci: è questo l’obiettivo che l’amministrazione comunale, tramite la Viareggio Versilia Congressi, si è posta e che il liquidatore della Viareggio Versilia Congressi stessa, Riccardo Cima, ha formalizzato tramite lettera.

Il fine è quello di “potenziare l’attività congressuale dell’intera Versilia – è scritto nella proposta di acquisizione – non disperdere l’avviamento commerciale e dotare la struttura del Centro Congressi Principe di Piemonte di una organizzazione idonea al rilancio dell’attività congressuale.”

La proposta di acquisizione, basata sul fatto che la Viareggio Versilia Congressi è in possesso di idonei spazi per l’ampliamento dell’attività congressuale e vista la funzione pubblico-sociale ed economica di promozione turistica del territorio, prevede: l’acquisto del sito internet del Consorzio Versilia Meeting, il subentro nell’attività di reperimento e organizzazione di eventi, l’assorbimento, in una prima fase a tempo determinato, dell’attuale personale in forza.

“A fronte di tale proposta – si legge ancora nella missiva al liquidatore del Consorzio Versilia Meeting, Alessandro Augier – promuovendo l’attività congressuale per conto di tutta la Versilia, riterremmo opportuno che gli attuali soci del Consorzio Versilia Meeting interessati alla nostra iniziativa possano contribuire al progetto con il versamento di una simbolica cifra di mille euro l’anno.”

Cima conclude la lettera chiedendo un incontro per discutere della proposta di acquisizione.

“Con questa iniziativa l’attività di organizzazione e promozione del turismo congressuale a livello versiliese passerebbe da privata a pubblica, caso raro data la situazione economica globale del paese, salvando posti di lavoro e professionalità acquisite”, commenta il sindaco Luca Lunardini. “Un primo passo concreto, se la proposta sarà accolta, verso il rilancio dell’attività congressuale, il cui sviluppo contribuirebbe a nobilitare l’intero territorio con beneficio per diverse categorie economiche.”

Aggiornato il: 19-07-2012 20:48