IL PDL SULLA SCELTA DA PARTE DELLA PROVINCIA DI VENDERE LE AZIONI SALT E SAT - La voce degli Enti, Provincia di Lucca Versiliatoday.it

IL PDL SULLA SCELTA DA PARTE DELLA PROVINCIA DI VENDERE LE AZIONI SALT E SAT

VERSILIA. Vendita Azioni Salt (Società autostrada Ligure Toscana) e Sat (Società aeroporto Toscano “Galileo Galilei” s.p.a.) Con l’approvazione di ieri in Commissione Congiunta di fatto il Consiglio si prepara a dare pieno mandato alla Giunta per arrivare a vendere le Azioni più importanti in possesso della Provincia.

Con il Consiglio del 9 agosto si dovrebbe chiudere la pratica e quindi la Provincia di Lucca si appresta a vendere i “gioielli di famiglia”.

Le reazioni dei gruppi di opposizione non sono però molto positive rispetto a questa scelta. Il Pdl critica fortemente la posizione assunta dalla sinistra che amministra Palazzo Ducale facendo leva non sui discorsi ma sui contenuti.

“Le Azioni Salt – spiegano – hanno reso in questi anni mediamente all’Ente entrate per oltre un milione di euro  l’anno e si stima che il ricavato dell’operazione potrebbe aggirarsi a 11 milioni. E’ quindi facile capire che la rendita delle Azioni in questi anni ha superato abbondantemente il tasso d’interesse che gli stessi denari potrebbero fruttare alla Provincia.

Un’operazione fatta oltretutto in fretta e furia in piena estate tra la distrazione e la disattenzione generale di una maggioranza che con questa operazione impoverisce e da meno prospettive di entrata per le future generazioni che amministreranno la cosa pubblica.

La discussione sulla continuità o meno della Provincia di Lucca come Ente Locale indipendente da altri e i nuovi tagli in vista e proposti da Monti, a nostro avviso non motivano una scelta che prima di tutto poteva essere posticipata di almeno 2 mesi (quando il quadro dei tagli sarà più chiaro) e che comunque toglierà nel tempo denari e risorse per la manutenzione delle scuole, strade, e difesa del suolo ovvero ai servizi garantiti dalla Provincia.

Chiudiamo ricordando che, il percorso virtuoso per avere risorse in bilancio sarebbe stata la valorizzazione e la vendita del Patrimonio Immobiliare inutilizzato e infruttifero dell’ente primo fra tutti la ex Caserma dei Carabinieri di Viareggio. Ci auguriamo comunque, che il Consiglio ci pensi bene e posticipi di almeno 2 mesi una decisione che può essere oltretutto imbarazzante anche per chi, come il Presidente Baccelli di questa società è dipendente e familiari stretti fanno parte del Cda”.

(Visitato 19 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 04-08-2012 14:11