VENDITA BENI IMMOBILIARI COMUNALI, OFFERTE VALIDE FINO AL 25 SETTEMBRE

PIETRASANTA. Il 26 settembre alle ore 9, nella sede Comunale di Piazza Matteotti, davanti al Dirigente della “Direzione Affari Tributari e Patrimonio” ed ai dirigenti e funzionari componenti l’apposita commissione del regolamento comunale per l’alienazione del patrimonio immobiliare, avrà luogo la gara pubblica per la vendita degli immobili di proprietà del Comune.

L’avviso di gara riguarda:

– immobile Jamaica Pub viale Roma, Tonfano – base dasta: € 1.300.000,00
– immobile Amici Miei viale Roma, Fiumetto – base d’asta: € 1.600.000,00
– immobile ex scuola Caraietta via Sarzanese – base d’asta: € 360.000,00
– appartamento al primo piano piazza della Repubblica – base d’asta € 740.000,00
– ex casermetta Guardia di Finanza via Tolmino, Motrone – base d’asta: € 1.100.000,00
– porzione di terreno edificabile via Crocialetto – base d’asta: € 260.000,00
– porzione di terreno di forma irregolare via Bernini, Africa – base d’asta: € 192.000,00

Coloro che intendano partecipare alla gara dovranno far pervenire al Comune di Pietrasanta, entro e non oltre le ore 12 del giorno 25 settembre, la propria offerta in aumento rispetto al valore a base d’asta, secondo le modalità di cui all’avviso di asta pubblica, il cui testo integrale è affisso all’Albo Pretorio del Comune e pubblicato ai sensi dell’art.13 del vigente Regolamento per l’Alienazione del Patrimonio Immobiliare del Comune.

L’apertura dei plichi e la lettura delle offerte avverranno in seduta pubblica il giorno 26 settembre 2012, alle ore 9,00 presso la sede Comunale, Piazza Matteotti.

L’avviso di gara è accessibile alla rete civica del Comune di Pietrasanta, sul sito del Comune nonché presso l’ufficio Relazioni con il Pubblico in piazza Matteotti 29, tel. 0584 795234.

Eventuali ulteriori chiarimenti o sopralluoghi (su appuntamento) potranno essere richiesti al Servizio Gestione Patrimonio in orario di ufficio (tel. 0584/795445 – fax 0584/795442).

Gli immobili posti in vendita, per un valore complessivo a base d’asta di sei milioni e 200mila euro, stimato dai periti incaricati dal Comune, sono stati individuati in base ad una variante di valorizzazione adottata dal Consiglio Comunale con l’accordo di Regione e Provincia.

La definitiva approvazione della variante, alla quale non è stata presentata alcuna osservazione da parte di privati, avverrà entro la fine del mese di agosto, e dunque prima della scadenza della fase di offerta da parte degli interessati.

“L’amministrazione comunale, con questo provvedimento concretizza una prima fase del piano di rientro dal disavanzo di sette milioni e 500mila euro, causato dalla precedente amministrazione di centrodestra”, si legge in una nota del Comune.

“Le entrate previste, assieme ai tagli già effettuati alla spesa corrente e alla copertura parziale del disavanzo con i bilanci consuntivi 2010-2011, potranno completare l’operazione ‘rientro’ richiesta anche dalla Corte dei Conti.”

Aggiornato il: 08-08-2012 17:03