Omaggio ad Astor Piazzolla

CONCERTO-OMAGGIO A ASTOR PIAZZOLLA NEL CORTILE DEGLI SVIZZERI

foto da: http://www.adriano.casissa.it/
foto da: http://www.adriano.casissa.it/

 LUCCA. In occasione del 20° anniversario della morte del musicista argentino Astor Piazzolla, avvenuta nell’estate del 1992, la Provincia di Lucca, terra di origine del musicista, lo ricorda con un concerto che si terrà domenica 12 agosto alle 21 in Cortile degli Svizzeri.

Il concerto, organizzato dalla Provincia insieme all’Ambasciata della Repubblica Argentina, a Casa latinoamericana e alla Fondazione Paolo Cresci per la storia dell’emigrazione italiana, è ad ingresso gratuito e vedrà l’esibizione del quintetto Q5 Tango, composto da Marcelo Nisinman al bandoneòn, Alessandro Vavassori al violino, Michele Paperini al pianoforte, Adriàn Fioramonti alla chitarra elettrica, Guglielmo Caioli al contrabbasso e Ruben Peloni alla voce. In programma le più celebri e intense pagine del compositore argentino.

Le origini lucchesi di Piazzolla furono scoperte nel 2004 da Piero Biagioni, direttore della Fondazione Cresci, quando a Buenos Aires intervistò Diana Piazzolla, figlia di Astor, scrittice e biografa del padre. La conferma è arrivata dall’archivio parrocchiale della chiesa di Massa Sassorosso, piccola frazione nel comune di Collemandina, dove sono stati rinvenuti i documenti che certificano l’origine lucchese dei nonni materni di Piazzolla.

 Il gruppo Q5Tango nasce nel 1992 col nome “Progetto Piazzolla” per proporre le composizioni di Astor Piazzolla con il medesimo organico con il quale il Nuevo Tango ha valicato le proprie frontiere geografiche, raggiungendo il pubblico internazionale.

Composta da violino, bandoneon, pianoforte, chitarra e contrabbasso, questa formazione è una sorta di distillato dell’orchestra di tango tradizionale, dove ciascuna delle componenti dei grandi complessi da ballo della prima metà del secolo è proposta tramite l’essenziale espressività di uno strumento solista. Il genio di Piazzolla, capace di uno straordinario equilibrio fra l’emotività delle armonie popolari e l’intellettualismo della musica colta, ha fatto del quintetto uno strumento raffinato di espressione artistica.

(Visitato 192 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 10-08-2012 21:00