CAMAIORE. Settimana particolarmente impegnativa per gli agenti della polizia municipale guidati dal comandante Carlo Palmerini quella di Ferragosto.

Controlli per la sicurezza stradale, ambientali, commerciali  sono stati i punti cardine di un’attività a 360 gradi  24 su 24. ” I miei agenti sono preparati ad affrontare tutte le necessità operative che il territorio, particolarmente variegato, richiede – ha commentato il comandante Palmerini –  Ma non solo, una particolare attenzione l’abbiamo data nei turni 0-6, turni che, voglio sottolineare, sono particolarmente delicati sotto l’aspetto operativo, alla micro criminalità, al disturbo della quieta pubblica”.

“In relazione all’attività svolta – spiega Palmerini – abbiamo  trasmesso alla Procura della Repubblica ben 12 notizie di reato (minacce, furto di biciclette, dichiarazioni false in atto pubblico, oltraggio).”  Spesso infatti gli stessi agenti della municipale sono stati oggetto di minacce ed aggressione, proprio in un turno 0-6 mentre stavano facendo controlli in Viale Pistelli e in passeggiata. Il fatto eclatante è che le persone che hanno compiuto quei gesti non erano quelle controllate, ma ragazzi del popolo della notte, che dopo aver bevuto si sento forti ed autorizzzati a commettere qualsiasi gesto: una frase su tutte “…ma voi siete pagati anche per essere offesi o picchiati. Non avete scelto di fare il macellaio…”.

Tutto questo è abbastanza sconcertante, ma la realtà in cui deve operare la Polizia Municipale è questa. Oltre a ciò, in ottemperanza alla direttive date al Comandante dall’ Amministrazione,  una particolare attenzione è stata data alla sicurezza stradale: quasi 1.000 veicoli controllati , 129 verbali di contestazione , 6 sequestri amministrativi e un fermo amministrativo.

In tutto sono stati 315 punti decurtati  e 574 divieti di sosta per oltre 50.000 euro di sanzioni  (di cui: 14 revisioni, 2 patenti scadute, 2 guida in stato di ebbrezza, 4 velocità, 6 mancanza di copertura assicurativa, 41 mancato uso delle cinture) oltre a ben 15 incicenti stradali di cui 12 con feriti.

Controlli particolari sono stati effettuati sulla Sarzanese a Capezzano: 44 verbali elevati nel medesimo periodo e che si aggiungono ai precedenti ( 3 velocità, 2 revisioni, 1 assicurazione; 1 guida in stato di ebbrezza, 16 guida senza cinture).

 Nella serata del 16 agosto è stata organizzata un’operazione mirata di controllo sulla Sarzanese con 4 postazioni e  10 agenti , coordinata dal Comandate e tre Ufficili: 105 veicoli controllati 28 verbali elevati , n° 1 sequestro di veicolo, n° 1 patente ritirata (di cui :  2 revisioni, 4 velocità, 1 guida in stato di ebbrezza, 1 patente scaduta, 2 per modifiche non omologate di veicoli, 1 omessa copertura assicurativa, 1 ruomori molesti dal modo di guidare, 1 sorpasso senza le condizioni di sicurezza, 6 omesso uso della cintura).

Altro fronte quello del commercio abusivo, che in questo periodo, vista anche la valenza commerciale del litorale diviene sempre più pressante: 9 sequestri penali per 433 pezzi, 11 sequestri amministrativi per 1772 pezzi. Sono state controllate 15 attività di cui 10 verbalizzate per un totale di oltre  15.000 euro di sanzioni.

“Per non parlare poi di tutte le altre attività di cui quotidianamente ci dobbiamo occupare – continua il Comandante – quali l’edilizia, l’ambiente, il presunto maltrattamento o omessa custodia di animali, le informazioni e le residenze, le ordinanze per le manifestazioni, alle quali abbiamo garantito servizi di copertura per la vigilanza delle aree interessate. Non posso che ringraziare tutto il mio personale e lo staff del Comando che con me coordina tutte le attività del nostro personale.” Ma il Comandante conferma che la guardia non verrà abbassata e nei prossimi trenta giorni sono già in programma altre attività mirate proprio alla prevenzione ed alla repressione di quei comportamenti che vanno a danno di chi quotidianamente rispetta le regole”.

(Visitato 155 volte, 1 visite oggi)

EMERGENZA IDRICA IN VERSILIA. IN COLLINA ACQUA SOLO CON LE AUTOBOTTI

LUTTO NEL MONDO DEL SINDACATO, MUORE DINA DA COLLINA