MASSAROSA. “Venti corpi nella neve” di Giuliano Pasini, Time Crime / Fanucci Editore, “Da bambina” di Marina Corradi, Marietti 1820. “La generazione” di Simone Lenzi, Baldini Castoldi Dalai,. Da qui a cent’anni”, di Anna Melis, Frassinelli e “Dove finisce Roma”, di Paola Soriga, Einaudi Stile libero. Questa la cinquina finalista, dalla quale emergerà il vincitore della 26 a edizione del Premio Letterario Massarosa, sabato 27 ottobre alle 21,15 al teatro Vittoria Manzoni di Massarosa.

 La giuria tecnica, presieduta da Marco Lucchesi poeta, traduttore di Umberto Eco e eminente studioso e composta da Dina Cei, Stefano Santini e Renza Romagnoli ha selezionato queste opere tra le 52 pervenute. Il vincitore sarà proclamato in diretta dalla giuria tecnica e da quella popolare, a cui adesso saranno consegnati i libri finalisti per la lettura.

 Il “Premio Letterario Massarosa”, prestigioso evento culturale che ha fatto la storia della comunità massarosese, può essere considerato uno dei premi letterari più antichi d’Italia. La prima edizione della manifestazione, istituita per premiare un racconto inedito e favorire la produzione letteraria, risale infatti al lontano 1947, ad opera di un gruppo di “scapigliati” studenti universitari. Il premio, interrotto nel 1970, è ripartito nel 2004 con la XVIII edizione vinta, per volontà dell’ormai scomparso assessore alla cultura Giuseppe Lucchesi.

 Le ultime edizioni sono state vinte da Lorella Pagnucco Salvemini (2204),  Francesca Romana De Angelis (2005), Sara Moscardini (2006), Leonard Morava (2007), Salvo Sottile (2008),  Christian Frascella (2009), Donato Carrisi (2010) e Alessandro Mari (2012).

(Visitato 100 volte, 1 visite oggi)

IL CONSOLE USA IN VISITA A PIETRASANTA. SI PROFILA UN PROGETTO STORICO–CULTURALE DA SVILUPPARE IN SINERGIA

AL CENTRO CONGRESSI LE INIZIATIVE PER RICORDARE MICHELANGELO CUPISTI