FELICI: "IL COMUNE NON PUÒ AUMENTARE GLI ORGANICI SENZA COPERTURA FINANZIARIA" - Comune Forte dei Marmi Versiliatoday.it

FELICI: “IL COMUNE NON PUÒ AUMENTARE GLI ORGANICI SENZA COPERTURA FINANZIARIA”

FORTE DEI MARMI. “L’amministrazione non può aumentare gli organici senza avere la copertura finanziaria, essendo un atto espressamente vietato dalla legge. L’assessore al personale Alessio Felici respinge al mittente le accuse di mancata oculatezza della macchina amministrativa lanciate dal consigliere del Pdl Fabio Giannotti. “Siamo tutti ben consapevoli del momento di difficoltà e della necessità di risparmiare risorse pubbliche- ha sottolineato Felici – e a questo proposito vorrei ricordare al consigliere Giannotti e spiegare ai cittadini che attualmente condividiamo i costi di gestione del segretario generale con il comune di Seravezza del ragioniere capo con il Comune di Pietrasanta e dell’ingegnere capo con l’Unione dei Comuni. Per quanto riguarda invece la spesa relativa agli stipendi dei dirigenti, rendo noto che nel giugno 2010 il comune aveva in servizio sei dirigenti, per i quali al netto dei contributi e del premio di risultato spendeva 398.400 euro.

Allo stato attuale nel settembre 2012 abbiamo in dotazione quattro dirigenti per una spesa complessiva di 259.100 euro, con un risparmio effettivo 139.300. Per ottimizzare il funzionamento della macchina amministrativa, ma non incidere nei consti dell’Ente come nel 2010- prosegue ancora Felici- è stato deciso di proseguire nel bando per l’assunzione di un nuovo dirigente, con una proposta di contratto a termine della durata di sei mesi, in modo che, sia il nuovo arrivato, che l’amministrazione possano valutare alla luce dei risultati la fattibilità del trasferimento definitivo, dopo il periodo di prova.

Comunque, l’assunzione del nuovo dirigente non riporterà la spesa ai livelli del 2010, soddisfacendo la volontà di risparmio che ci siamo prefissati. Anche sul possibile aumento delle aree sono state dette delle inesattezze. Infatti, la possibilità di aumento delle posizioni organizzative non presuppone il prelievo di ulteriori risorse destinate ai dipendenti; qualora fosse l’unica strada da percorrere sarebbe d’obbligo un accordo con le parti sindacali. In merito all’RSU – conclude l’assessore- per evitare in futuro spiacevoli equivoci, tutti gli argomenti saranno esaminati esclusivamente nelle sedute della delegazione trattante, convocata ufficialmente dal segretario generale del nostro comune”.

(Visitato 6 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 11-09-2012 20:35