FIRENZE. Nell’ultimo rapporto settimanale sulla sicurezza dei prodotti non alimentari (RAPEX), la Commissione europea ha segnalato ben 14 inchiostri di una casa produttrice americana (la INTENZE) commercializzati in Italia, contenenti una sostanza potenzialmente “cancerogena”, “mutogena”, “tossica” e “sensibilizzante”.
Gli inchiostri, corrispondenti ad altrettante variazioni di colore, si chiamano ‘Coral’, ‘Dragon Yellow’, ‘Egg Shell’ (altra variazione di giallo), ‘Lemon Yellow’, ‘Maroon’ (rosso scuro), ‘Maroon Honey’ (miele), ‘Mustard’, ‘Persian Red’, ‘Rubber Doll’ (arancio), ‘Salmon’, ‘Sangria’, ‘Sunburn’ e ‘Yellow Orchid’.

“Da tale elenco, parrebbe di capire – spiega Antonello Polito, legale Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori) – che la presenza della sostanza potenzialmente dannosa per la salute possa essere collegata ad un uso più o meno intenso del ‘giallo’ (e delle sue variazioni).
Date le indicazioni della Commissione europea, che vede una forma di rischio nella ‘permanenza’ di questa sostanza sulla pelle, per coloro che hanno già utilizzato il prodotto, sarebbe da consigliare una rapida ‘cancellatura’ di quanto costosamente e pazientemente realizzato.
Magari cambiando semplicemente colore”.

Qui di seguito il rapporto integrale (in inglese):
http://ec.europa.eu/consumers/dyna/rapex/create_rapex.cfm?rx_id=459

(Visitato 139 volte, 1 visite oggi)
TAG:
aduc allarme commissione europea consumatori inchiostro rapex tatuaggi

ultimo aggiornamento: 18-09-2012


SOLIDARIETÁ DALLA RETE AMBIENTALE DELLA VERSILIA AI LAVORATORI DI PIOPPOGATTO

AL VIA L’ISPEZIONE DELLE VILLE MEDICEE PER IL PATRIMONIO UNESCO