CAMAIORE. Sono oltre 70 gli equipaggi iscritti alla 18ª edizione del Rally Città di Camaiore, terzultimo atto del Challenge VI avente validità per l’Open Rally CSAI e Trofeo Rally AC Lucca che si svolgerà questo fine settimana. La manifestazione organizzata dalla scuderia Balestrero di Lucca avrà in Camaiore la sede logistica principale grazie anche all’apporto del sindaco che ha dato ampia collaborazione e di fatto continuato il lavoro svolto negli anni precedenti, mentre la direzione gara, segreteria, sala classifiche e sala stampa saranno ubicate presso la Cittadella del Carnevale sede anche dei riordini e dei parchi assistenza previsti.

Il classico appuntamento settembrino dei rally toscani presenta otto prove speciali in programma nella nottata tra sabato 22 e domenica 23 settembre per ben 71,92 chilometri con i tratti cronometrati di Monte Pitoro (5,33 chilometri) e di Lucese (13,95 chilometri), da ripetersi entrambi tre volte, e la prova di Fiano (13,05 chilometri), da ripetersi invece due volte.

Il chilometraggio globale del percorso sarà di 283,47. Tutto inizierà con le verifiche sportive e tecniche pre gara con controllo degli equipaggi e delle vetture presso gli impianti sportivi del comune di Camaiore dalle ore 10 alle ore 17 per poi proseguire con partenza della prima vettura alle ore 23.01 dallo stadio di Camaiore ed arrivo, sempre allo stadio, domenica mattina alle ore 08.29 mentre la premiazione è prevista alle ore 12 presso il Teatro dell’Olivo di Camaiore.

Quest’anno è stata spostata la sede logistica presso la Cittadella del Carnevale dove saranno ubicati, come lo scorso anno, anche i Riordini e i Parchi Assistenza previsti durante la gara. Quindi la Cittadella del Carnevale ospiterà la Direzione Gara, la Segreteria, la Sala Classifiche e la Sala Stampa.

Leggi la tabella con i tempi e le distanze del Rally Città di Camaiore

Al termine delle verifiche sportive e tecniche, alle ore 18.30 di sabato 22 settembre, presso il Duomo di Camaiore, sarà svolta una funzione religiosa in suffragio dei due sfortunati conduttori Valerio Catelani e Daniela Bertoneri, deceduti durante lo svolgimento del recente Coppa Città di Lucca, a cui sono invitati tutti gli sportivi.

La scuderia Balestrero, inoltre, in virtù dei tristi fatti accaduti, per aumentare la sicurezza dei partecipanti ha predisposto per il Rally Città di Camaiore la collocazione in ogni vettura dei partecipanti un sistema di localizzazione istantanea denominato Gprs che permetterà di conoscere in tempo reale la posizione di ogni vettura ed eventualmente, in caso di fermata di intervenire prontamente.

Sono stati inoltre effettuati dei sopralluoghi sul percorso di gara per localizzare i tratti non coperti da segnale Gps dove saranno collocati ufficiali di gara a vista in modo che ogni tratto di prova speciale sia monitorato metro per metro e la direzione gara possa avere in ogni momento la localizzazione degli equipaggi in gara. Un ulteriore passo avanti per la sicurezza nei rally che permetterà a tutti quanti di poter svolgere il proprio ruolo con maggiore consapevolezza e maggiore sicurezza.

Guarda la mappa del Rally Città di Camaiore

Favorito d’obbligo il plurivincitore della manifestazione, il duo Lucchesi-Ghilardi, anche quest’anno con la Peugeot 207 Super2000 con cui ha già vinto anche lo scorso anno e che è anche in lizza per l’assoluta del Challenge oltre che per l’Open Rally Csai. Presente anche l’idolo di casa Jacopo Giannecchini con la usuale Renault Clio Super 1600 invece in testa al Challenge di zona e che vorrà mantenere lo scettro visto che è il campione in carica della VI zona ma anche Andrea Simonetti, reduce da un’ottima stagione e sempre ai vertici con la Renault Clio R3 e qui lo scorso anno addirittura secondo assoluto.

Altro pilota da tenere sott’occhio sarà Claudio Arzà sempre tra i protagonisti con la Clio S1600, come anche Moriconi e Matteucci su analoga vettura. Un bel lotto di sempre efficienti Clio Williams sarà presente, a partire dal veneto Padoan a cui faranno compagnia gli altrettanto veloci Sgadò, Mariani, Barsaglini e Piacentini. Ma certamente anche altri potranno inserirsi nelle zone alte della classifica e fino all’ultimo metro ci sarà incertezza per determinare la classifica.

Come sempre nel sito della scuderia potranno essere seguite le classifiche della gara, grazie all’apporto del Federazione Italiana Cronometristi. Gli organizzatori e la direzione ribadiscono la necessità della collaborazione di tutti gli appassionati affinché la manifestazione si svolga nel migliore dei modi raccomandando quindi di seguire le indicazioni delle forze dell’ordine e degli ufficiali di gara e perciò di collocarsi in zone sicure evitando così l’esterno delle curve e altri punti pericolosi. Il futuro del rally, indubbiamente, ha bisogno della collaborazione di tutti.

(Visitato 116 volte, 1 visite oggi)

È CRISTIANO CRAVEDI L’ALLENATORE DELL’UNIONE PALLAVOLO CAMAIORESE

CALCIO: VIAREGGIO, ANCORA A PARTE CARNESALINI, NIENTE DERBY PER FURLAN