CAMAIORE. Con la fine delle ferie e la riapertura delle aziende, sono ripartiti anche i lavori di riqualificazione dell’area industriale delle Bocchette. La nuova strada ad essere interessata alla riqualificazione è via dei Metalmeccanici, nel tratto compreso tra via di Vittorio e via dei Carpentieri, per intendersi il primo tratto di strada, lato mare.
Il tratto di strada verrà parzialmente chiuso ma si garantiranno ugualmente gli accessi ai mezzi di soccorso, ai residenti e a tutte le imprese comprese nel tratto, quindi anche a tutti gli utenti che vorranno raggiungere le attività indicate.
Tutte le altre aziende collocate lato monte, potranno utilizzare per raggiungere le proprie attività o per farsi raggiungere, le altre strade collocate a confine, passando ad esempio da via Calagrande e da via dei Falegnami, prima strada ad essere quasi completamente restaurata, con i lavori APEA.
La sistemazione di Via dei Metalmeccanici risulta essere prioritaria dal momento che, all’interno della stessa, dovrà essere costruito un primo pozzo artesiano, che permetterà di poter iniziare a trapiantare le alberature, come da progetto, creando la relativa rete di irrigazione. Il Consorzio ricorda a tutte le imprese collocate su Via dei Metalmeccanici, di comunicare eventuali problematicità e/o richieste riguardanti i vari sottoservizi (Enel, Gaia, Rete Gas).

In tale fase, in una logica di economie di scala, risulterà meno complesso, domandare e risolvere eventuali difficoltà e/o disservizi. Il Consorzio ricorda inoltre che è a disposizione di tutte le aziende ma anche dei residenti e di chiunque altro volesse ottenere maggiori informazioni, sia per quanto riguarda la riqualificazione dell’area che per tutti gli altri aspetti legati alle problematiche lavorative/occupazionali.

(Visitato 20 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bocchette camaiore Capezzano Pianore consigli disagi lavori strada strade

ultimo aggiornamento: 27-09-2012


NO AL MERCATO IN PASSEGGIATA. UDC: “VIALE KENNEDY LOCATION PERFETTA”

NOI TV: SALTA L’ACCORDO SINDACALE. A CASA OTTO DIPENDENTI