MASSAROSA. Ci sarà anche il sindaco Franco Mungai martedì (9 ottobre) alle 17.30, nella sala “Mario Tobino” di Palazzo Ducale a Lucca alla cerimonia di premiazione della prima edizione del Premio Internazionale “Silvestro Marcucci” per tesi di dottorato (biennio 2009-2010), istituito dalla “Fondazione Silvestro Marcucci – Onlus” e cofinanziato dall’Accademia Lucchese di Scienze, Lettere e Arti.

“Un premio che rende onore alla memoria di un nostro concittadino, Silvestro Marcucci – sottolinea il sindaco Franco Mungai – al quale nel 2009 abbiamo conferito il riconoscimento di Magnifica Eccellenza, per “L’appassionato studio e diffusione della filosofica kantiana”.

“Il lavoro della Commissione giudicatrice non è stato facile per il gran numero di tesi di dottorato giunte da tutto il mondo e la loro alta qualità scientifica – spiegano dall’organizzazione – ma alla fine il premio è stato assegnato al prof. Courtney D. Fugate (che attualmente insegna all’Università di Beirut), per la sua dissertazione The Teleology of Reason. An Examination of the Sources and Structure of Kant’s Critical Philosoph”.

La Commissione giudicatrice era composta dal prof. Mario Caimi (Buenos Aires), dal prof. Bernd Dörflinger (Trier), dal prof. Alfredo Ferrarin (Pisa), dal prof. Luca Fonnesu (Pavia) e dal prof. Claudio La Rocca (Genova). Dopo il saluto delle Autorità, seguiranno gli interventi del presidente dell’Accademia, il prof. Raffeaello Nardi, del presidente della Fondazione Marcucci, prof.ssa Franca Casali e del presidente della Società Italiana di Studi Kantiani, il prof. Claudio La Rocca. Il prof. Alfredo Ferrarin terrà la laudatio del prof. Fugate, il quale, subito dopo la consegna del premio, esporrà le tesi più importanti della sua dissertazione.

(Visitato 35 volte, 1 visite oggi)
TAG:
dottorato laurea Lucca massarosa premiazioni premio silvestro marcucci

ultimo aggiornamento: 08-10-2012


PD CAMAIORE: “PER NOI IL MERCATO DI VIALE KENNEDY DEVE TORNARE IN PASSEGGIATA”

VERSILIA, BALNEAZIONE MESSA A REPENTAGLIO DAGLI ALLACCI ABUSIVI ALLE FOGNATURE. SCATTANO I CONTROLLI