PIETRASANTA. A DOCartoon si affronta l’attualità, toccando temi quali rapporto genitori figli, bambini in guerra, protezione della maternità a lavoro. In particolare con l’anteprima nazionale del lungometraggio Work hard play hard di Marcel Wyss sarà affrontato il tema della diffusione dell’uso di cocaina. La storia di due tossicodipendenti, che non potrebbero avere vite e abitudini più diverse, evidenzia come tutti siano uguali di fronte alla “polvere bianca” che negli ultimi 10 anni è salita alla ribalta nella società occidentale.

 Il programma di giovedì 11 ottobre:

Alle ore 9.30, al teatro comunale, l’ultimo appuntamento con le scuole: con gli studenti delle scuole medie si parlerà di disegno e ricerca di sé. Alle ore 12 incontro al teatro comunale per pubblico e stampa con gli autori presenti al festival. Alle ore 16 proiezione dei corti al MUSA e alle 17 proiezione del film di Corrado Farina “Hanno cambiato faccia” (1971), già vincitore del Pardo d’oro al festival internazionale di Locarno. La leggenda di Dracula è interpretata in chiave moderna: l’ingegnere Nosferatu (Adolfo Celi) succhia linfa vitale alle sue vittime con le armi del consumismo, della religione e della pubblicità.

Alle ore 18.30 consueto appuntamento con gli incontri-aperitivo: al Pepenero ci sarà il regista e disegnatore Corrado Farina cui l’edizione 2012 del festival dedica un vero e proprio omaggio. Sarà inaugurata la mostra, allestita dai bioarchitetti di Bambuseto, delle strisce della sua opera “Il grande persuasore”. Fu concepita da Farina nel periodo 1963-1976 quando lavorava nella celebre agenzia pubblicitaria di Armando Testa e nacque come catarsi necessaria per le divergenze d’opinione tra il giovane Corrado, impegnato prima come copywriter e poi come regista, e lo stesso Testa.

Alle ore 20 ancora proiezioni di corti al MUSA e alle 21.30, nella stessa cornice del MUSA, la proiezione dei cortometraggi Father di Ivan Bogdanov: cinque realtà parallele per accendere i riflettori sul dialogo padri-figli; Maternity protection at work (2011) degli studenti del CSC Animazione per ITC International Training Center of the ILO International Labour Organisation of the United Nations in cui sette giovani artisti suggeriscono, con  immagini animate, sette punti fondamentali della Convenzione n. 183 sulla protezione della maternità sul lavoro, che ancora molti paesi dell’ONU devono ratificare.

Infine Gli altri bambini di Paola Chartroux in cui attraverso filmati realizzati presso le strutture ospedaliere di Emergency, Vauro Senesi (che ha curato la sceneggiatura) racconta la storia di sei bambini che vivono in paesi in guerra. Chiuderà la serata l’anteprima nazionale di Work hard play hard del Marcel Wyss.

 Le mostre, in corso a Palazzo Panichi, presso Paola Raffo Arte Contemporanea e gli spazi Kansar e Pepenero, sono a ingresso libero e sono visitabili dalle ore 16 alle ore 20.

 

L’ingresso alle proiezioni costa 5 euro ed è valido per tutta la giornata. Agli spettatori viene consegnata la Tessera Amico di DOCartoon che prevede sconti del 10% negli esercizi convenzionati.

 

(Visitato 19 volte, 1 visite oggi)

LA VERSILIA LEGGE DANTE. SECONDO INCONTRO CON IL SOMMO POETA

ANSIE E PAURE DEL BAMBINO IN AMBITO SCOLASTICO NEGLI INCONTRI ALLA CROCE VERDE