(foto Pomella)
(foto Pomella)

FORTE DEI MARMI. Il sindaco Umberto Buratti e la senatrice Manuela Granaiola hanno incontrato Armando Cirillo, responsabile del Partito Democratico del settore che segue le problematiche legate al demanio marittimo.

L’incontro è servito per mettere a fuoco alcune problematiche emerse dalla prima lettura del documento, elaborato dal Dipartimento Economia e Lavoro del Partito Democratico, il 18 settembre 2012, contenente le proposte in materia di concessioni demaniali marittime ad uso turistico ricreativo.

La senatrice ha ricordato la volontà espressa dal Parlamento con le mozioni unitarie di Senato e Camera del dicembre 2009, che chiedevano, pur in attuazione della direttiva Bolkestein, il superamento della evidenza pubblica.

Il sindaco Buratti ha fatto osservare come in questi giorni la Spagna, che fa parte dell’unione europea, ha aggiornato la propria normativa in materia dei demanio marittimo, facendo in modo di tener conto e soddisfare nel rispetto del pubblico interesse, le esigenze dei proprietari di immobili e quelle imprenditoriali di chi opera gestendo le imprese turistico ricettive sul demanio marittimo.

Buratti, inoltre, ha sottolineato l’esigenza di valutare bene sotto il profilo giuridico la comunicazione dell’Agenzia del demanio, avente ad oggetto l’incameramento delle strutture balneari che, in una fase come quella attuale di profonda revisione della relativa normativa, è da respingere totalmente. L’incontro si è concluso con la constatazione che le direttive contenute nella

(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

legge comunitaria 2010, alle quali il Governo, nell’emanare il decreto legislativo di riordino della materia, deve attenersi, offrono, comunque, ampi margini e spazi di manovra per risolvere le diverse problematiche, come quelle della facile e difficile rimozione, l’equo indennizzo, la durata dei titoli concessori e la delimitazione della linea di costa demaniale.

Il Dipartimento del Partito Democratico si è preso l’impegno di convocare a breve un incontro per rivedere e aggiornare la posizione già espressa, in modo da rappresentare al Governo soluzioni più idonee per risolvere le problematiche, che assillano la categoria dei balneari.

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)

PIANO DI CONCA, CONCLUSI I LAVORI DI ASFALTATURA IN VIA DI MEZZO

DA ROMA A CANTERBURY, CAMAIORE RILANCIA LA VIA FRANCIGENA CON 6 MILIONI DI EURO