FORTE DEI MARMI. Forte dei Marmi sarà la prima e l’unica tappa in un piccolo centro, del sit-in promosso dal movimento “Agende Rosse”, che in questi giorni, partendo da Forte,  sta andando in giro per l’Italia, fermandosi in gradi città come Roma, Napoli, Milano,Venezia, Torino, Palermo, Udine, Cagliari, Reggio Calabria, Bologna, Ascoli Piceno e  Lecce per sostenere la Procura di Palermo  nel processo sulla trattativa Stato mafia. Lunedì 29 ottobre, in occasione della prima udienza, nella nostra città alle 9.00 davanti  al cippo dedicato a Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e agli agenti della polizia di Stato, deceduti nelle stragi di Capaci e di via d’Amelio,  si svolgerà il primo dei numerosi sit-in che il movimento porterà nelle altre città italiane aderenti all’iniziativa, che vede in Salvatore Borsellino, fratello del magistrato ucciso dalla mafia, uno dei suoi protagonisti.

“Ci rende orgogliosi essere testimoni di questa iniziativa insieme a tante grandi città – ha dichiarato il sindaco Umberto Buratti – e volevamo far sentire anche la nostra voce in un contesto in cui si cerca di ristabilire la verità di un periodo molto difficile della storia italiana. La giustizia e la legalità devono essere la base di uno Stato libero e  democratico. Aver conosciuto Salvatore Borsellino e Claudia Loi la sorella dell’agente Emanuela la scorsa primavera in occasione dell’inaugurazione del cippo ci  ha fatto condividere, oltre agli aspetti pubblici di questi terribili attentati,  anche  il dramma di un profondo dolore privato. Per questo Forte dei Marmi ha deciso di essere presente lunedì mattina, non solo per  riaffermare i principi che sono alla base di una vera democrazia, ma anche per  non lasciare sole con il loro dolore le famiglie delle vittime.

(Visitato 19 volte, 1 visite oggi)

MASSIMO PARISI ALL’ESAME DELLA PLATEA DELLA “GIOVANE ITALIA” IN “CHE L’INSE?”

VERSILIATODAY CRESCE. PICCOLE NOVITÀ AL NOSTRO SITO INTERNET