CAMAIORE. A Scandiano l’Unione Pallavolo Camaiorese si sveglia tardi e subisce la legge di una delle migliori squadre del girone, una compagine quella emiliana composta da elementi esperti che hanno calcato parquet più importanti. Una compagina contro cui, per un set, l’UPC ha giocato alla pari. Un terzo set da cui ripartire.

Cristiano Cravedi (il coach): “Per due set non siamo entrati in palestra e questo ci ha sicuramente penalizzato. Nel terzo set abbiamo giocato bene e come loro abbiamo limitato gli errori, siamo stati più precisi. Sul finale però un paio di scelte arbitrali dubbie ci hanno penalizzato non poco. Eravamo avanti 22-23. Chiudere quel set avrebbe riaperto la partita, perché ogni set vinto azzera tutto. Non bisogna però stare a recriminare su un paio di episodi, per quanto importanti. Bisogna evidenziare che Scandiano è comunque un’ottima squadra composta da atleti di livello. Certo sarebbe stato bello portare a casa un set e poi, magari anche un punto”.

Alla prima panchina da tecnico Cravedi non se la sente di rimproverare il gruppo: “Questa è stata una gara brutta per il risultato, per il resto non mi sento di rimproverare i ragazzi, non è stata una settimana facile. Certo bisogna imparare a giocare bene da subito, ma penso che sulla prestazione di oggi abbia influito anche il cambio in panchina, in settimana ci sono state più riunioni tecniche che allenamenti e questo ai fini del gioco non aiuta. Da martedì ripartiamo con grinta, voglia di vincere e determinazione”.

Vittorio Bertini (l’ex tecnico – attuale regista): “Scandiano ha giocato i primi due set, per loro stessa ammissione, sopra al loro attuale livello di gioco. Rimane senza dubbio la squadra più completa per organico e esperienza: Bassoli, Inserra e Romani sono giocatori da altissima serie B1, giocare contro squadre del genere, che unisce un muro formidabile ad una grande aggressività in battuta è, attualmente, per noi piuttosto difficile”. Al primo match senza la pressione data dal doppio ruolo tecnico – regista confessa: “Una gara parecchio difficile. Ero certamente più libero, ma questo non significa necessariamente che abbia giocato meglio, anzi ho commesso alcune imprecisioni che nelle gare precedenti non c’erano state”.

(Visitato 59 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bertini cravedi scandiano unione pallavolo camaiore upc volley

ultimo aggiornamento: 29-10-2012


BASKET, IL VERSILIA SBANCA CERTALDO CON UNA PROVA DI FORZA

IL CLUB “ANGELO FRANCESCONI” ORGANIZZA UN PULLMAN PER SEGUIRE IL VIAREGGIO A GUBBIO