CAMAIORE. Una squadra compatta, unita, tranquilla quella scesa in campo a Lido, domenica scorsa per affrontare il Fanton Modena Est nel 4°turno del campionato di B2, con una tenuta mentale da rivedere, come testimonia il terzo giallo in 4 gare. Questa in poche parole la sintesi del dirigente Cristiano Francesconi.

“In campo è mancata la tenuta mentale: nel primo set siamo sempre stati avanti e ci siamo sciolti nel finale, nel terzo set siamo partiti 4-0 per ritrovarci poi 5-12, la tenuta mentale è sicuramente uno dei nostri punti deboli. Giocare a Lido invece che a Camaiore non ci ha certo favorito, ma non servono alibi contro il Fanton non sarebbe cambiato molto, onestamente non è una squadra alla nostra portata”.

Luperi in campo dal primo minuto.

“Il suo esordio da titolare conferma quanto di buono ha fatto in questi due mesi, ha retto molto bene in ricezione ed in attacco raggiungendo ampiamente la sufficienza, unico neo il servizio. A Lido non è andato molto bene e questo è un peccato visto che la battuta è uno dei suoi punti di forza. La sua prestazione conferma che è un giocatore che ‘sa giocare a pallavolo’, un giocatore vecchio stile con caratteristiche che gli permettono di sopperire ad un’evidente carenza fisica”.

Concepito miglior realizzatore.

“Si tratta di un giocatore con doti in attacco stratosferiche, ha solo bisogno di acquisire fiducia ed a Lido ha disputato un ottimo match a partire dalla battuta. Sicuramente la sua prestazione è stata favorita anche da fatto di essere schierato come primo schiacciatore il che gli ha permesso di attaccare molti più palloni rispetto al solito”.

Nonostante la sconfitta ci sono indicazioni positive su cui lavorare.

“Ci sono certamente molte cose su cui dovremo migliorare, per un set e mezzo la squadra ha giocato bene, con una buona verve in attacco di Concepito e dei centrali Bernieri, Nannini”.

 

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)
TAG:
francesconi unione pallavolo camaiorese upc volley

ultimo aggiornamento: 07-11-2012


LA STORIA DELL’HOCKEY DAL 1982 A OGGI IN “50 MINUTI DI GLORIA”

COPPE E TROFEI, UN ANNO DA RICORDARE PER L’ASSO DELLA VELA ITALO BERTACCA