Foto Paolo Mazzei / FotoMania

VIAREGGIO. Mancano ormai due mesi alla nona edizione della Puccini Marathon che si corre sulla distanza esatta di mezza maratona – 21,097 kilometri – il prossimo 20 gennaio. Grande attesa per la gara da parte di tutti gli amanti della disciplina che porterà sui viali da Torre del Lago a Viareggio più di mille atleti provenienti da tutte le parti d’Italia ma anche dall’estero: risultano iscritti alcuni americani che vogliono correre la corsa per visitare il paese di Giacomo Puccini.

Inoltre, molti atleti keniani ed etiopi che sono al vertice della specialità si stanno informando per la loro partecipazione, questo a dimostrazione anche dell’importanza internazionale della gara. Sono molti i gruppi podistici attesi dal Piemonte e dal Lazio che hanno già prenotato presso alcuni alberghi di Torre del Lago. L’evento agonistico è nel circuito Tune-Up della maratona di Roma, la gara più partecipata d’Italia con i suoi 20mila partenti.

Proprio in questi giorni gli organizzatori hanno raggiunto un accordo anche con la maratona di Milano, organizzata dal quotidiano La Gazzetta dello Sport, che mette in palio i pettorali per partecipare alla gara milanese. La gara quindi si pone sia l’obiettivo della qualità dei partecipanti, ma anche di tutti quelli che vogliono partecipare ad una bella giornata di sport riappropriandosi per un giorno delle strade cittadine con l’attraversamento del viale dei Tigli, della Marina di Torre del Lago, con partenza e arrivo sul Belvedere Puccini.

Molte le novità della prossima gara: per i meno allenati c’è la corsa a staffetta con il primo frazionista che corre i primi 10 kilometri e il secondo che corre gli ultimi 11. Inoltre vi sarà sempre la Passeggiata di cinque kilometri aperta a tutti e la possibilità di correre con il proprio animale domestico in una Dog Run.

Tutto questo, però, è a rischio. “Proprio a due mesi dalla manifestazione dal nostro Comune non arrivano segnali incoraggianti”, scrivono in una nota gli organizzatori. “Anzi, attraverso una delibera l’organizzazione deve accollarsi degli oneri straordinari come il pagamento dei servizi – vedi la chiusura delle strade al passaggio degli atleti – che sono di competenza del Comune. Quindi, dall’ufficio comunale, anziché avere delle semplificazioni per lo svolgimento della gara, sembra facciano di tutto per perdere anche questa occasione.

“Senza l’aiuto non economico ma organizzativo il Versilia Sport Asd, il negozio Alf Run e il Comitato Rione Torre del Lago non possono mettere in sicurezza migliaia di atleti che si riverseranno sulle strade da Torre del Lago a Viareggio.

“Chiediamo un impegno più proficuo per risolvere le ultime problematiche che impedirebbero, di fatto, lo svolgersi della manifestazione.”

@GorskiPark

(Visitato 136 volte, 1 visite oggi)

CARNEVALE, I RIONI CHIEDONO IL SERVIZIO DI POLIZIA MUNICIPALE. “ALTRIMENTI SALTANO TUTTE LE FESTE”

HOCKEY, CATALANA AMARA PER IL CGC: VINCE IL REUS (7-4)