VIAREGGIO. Quel gol dopo cinque minuti, segnato in una delle cattedrali dell’hockey su pista, aveva fatto ben sperare. Ma è stato solo un bel sogno che poi è svanito. Perché il Cgc Viareggio, nella seconda giornata dell’Eurolega, cade sulla pista del Reus Deportivo (7-4) al termine di un incontro equilibrato e in bilico fino a dieci minuti dalla sua conclusione.

Comincia bene la squadra di Mariotti, che passa in vantaggio già al quinto minuto con García che capitalizza un passaggio di Mirko Bertolucci. Il Reus, però, è squadra abituata alle grandi platee dell’hockey continentale. Sa che un gol subìto in casa, un momentaneo svantaggio non devono demoralizzare. E poco dopo, in nemmeno due minuti, rovesciano la situazione in proprio favore con Casanovas e Xavi Rubio. Ollé aggiunge pure il terzo, lanciando il Reus verso un primo tentativo di fuga, ma ancora García, poco prima dell’intervallo, accorcia le distanze.

La ripresa già dopo trenta secondi regala un’occasione d’oro al Cgc: Raül Marin rimedia infatti un cartellino blu e concede così ai bianconeri un tiro libero che potrebbe portare al pareggio. Motaran, però, non concretizza: il Reus rimane in vantaggio 3-2. E, trascorso qualche minuto, rifila due reti ai viareggini con Adroher, bravo a finalizzare un’azione individuale, e Rubio. Orlandi prova immediatamente a riportare a galla il Cgc, ma Rubio risponde mettendo a segno la tripletta personale. Nel finale c’è spazio anche Mirko Bertolucci e Marin, due sigilli che non alterano il vantaggio di tre reti accumulato dal Reus.

Nell’altra sfida del Girone C il Benfica, prossimo avversario del Cgc, ha superato in trasferta 5-3 il Cronenberg.

twitter: @GorskiPark

(Visitato 86 volte, 1 visite oggi)

ATLETICA LEGGERA, A RISCHIO LA NONA PUCCINI MARATHON

VOLLEY, L’UPC RIALZA LA TESTA: ESPUGNATA BOLOGNA AL TIE-BREAK