VIAREGGIO. Prosegue l’attività di monitoraggio delle mense scolastiche viareggine da parte dell’amministrazione comunale: dopo il sopralluogo del mese scorso del subcommissario prefettizio Marco Brusco, oggi è toccato ad Anna Maria Giambalvo rendersi conto personalmente dell’organizzazione della refezione nelle scuole, curata dall’Azienda Speciale Pluriservizi.

Così il subcommissario, accompagnata dal dirigente alla pubblica istruzione Vincenzo Strippoli, dalla funzionaria dello stesso settore Marzia Levantino, dal presidente Asp Mario Sergio Terrile, dal direttore Asp Marco Franciosi e dal responsabile della refezione per l’azienda Stefania Tori, ha visitato il centro cottura dell’Asp alle Bocchette.

Qui Giambalvo ha potuto verificare i punti centrali che ispirano il servizio di refezione scolastica a Viareggio: educazione alimentare attraverso progetti studiati ad hoc, attenzione agli standard di igiene e di sicurezza e ai particolari bisogni dei celiaci, valorizzazione del biologico e delle materie prime a “chilometri zero”, proposta di cibi sani come la frutta, la verdura e il pesce, accompagnata dalla scelta – considerata educativa – di servire acqua del rubinetto anziché l’onnipresente bottiglietta di minerale.

Dopo il centro cottura, Giambalvo ha visitato lo spazio mensa della scuola materna Del Chiaro, interessandosi dell’organizzazione del servizio. Le visite alle mense scolastiche continueranno nelle prossime settimane, coinvolgendo le Lambruschini, le primarie di Torre del Lago e i vari istituti cittadini. L’obiettivo è quello di dar vita a un vero e proprio screening della refezione scolastica.

(Visitato 26 volte, 1 visite oggi)

VACCINO ANTI-INFLUENZALE: DOVE E COME

PREVISIONI METEO, ARRIVANO I RADAR CHE MISURANO LA PIOGGIA