VIAREGGIO. “Europacinema era rimasto con le gomme a terra, ora abbiamo il ruotino di scorta. Il che significa che andiamo avanti, ma a regime ridotto.” Umberto Guidi, vicedirettore artistico del festival cinematografico viareggino, non avrebbe potuto utilizzare metafora migliore per descrivere lo stato in cui versa Europacinema. Che, nonostante innumerevoli tagli, andrà regolarmente in scena nelle varie sale cittadine dal 10 al 14 dicembre, con ben 12 film in concorso e sei pellicole destinate agli studenti delle scuole superiori. “Merito anche del sostegno del Comune di Viareggio nella persona del subcommissario Samuele De Lucia”, fa sapere Pier Marco De Santi, direttore artistico della kermesse.

Rotolando verso Est. Dalla lettura del programma generale si deduce come per quest’anno Europacinema abbia rivolto lo sguardo verso quelli che una volta sarebbero stati definiti i territori dell’Oltrecortina: Bulgaria, Estonia, Finlandia, Polonia e Romania compaiono infatti tra le realtà protagonista. Ma non mancheranno anche Danimarca, Germania, Grecia, Regno Unito e Svezia. “Abbiamo selezionato 12 film tra gli oltre 150 che ci sono giunti”, dice De Santi. “Non ci sono pellicole dalla Francia, il cui cinema gode di ottima salute in una fase di crisi per tutti, perché la qualità non era altissima.

“Lo stesso dicasi per l’Italia: fa strano che manchino proprio film del nostro paese a Europacinema. Ma, d’altra parte, davanti a noi ci sono Venezia, Roma e Torino: agli altri festival arrivano gli scarti.” E, aggiunge Guidi, “forse Europacinema è più apprezzata all’estero che non qui.”

I galà del cinema. Il programma della rassegna viareggina si svolgerà in cinque giornate, con ben quattro serate – da lunedì 10 a giovedì 14 dicembre – chiamate “di gala”: saranno, infatti, l’occasione per premiare numerosi registi. Si comincia con il regista viareggino Alessandro Tofanelli, del quale sarà proiettato in anteprima “I segreti degli alberi”, che riceverà il premio del Comune di Viareggio intitolato a Mario Monicelli.

Martedì sarà poi la volta di Gianni Amelio – gli verrà consegnato il Premio del Presidente della Repubblica -, poi il giorno successivo toccherà a Paolo Benvenuti con il Premio all’autore da parte dell’Università di Pisa (“Abbiamo voluto dare un segnale premiando questo regista controcorrente, poco supportato dalle istituzioni nel suo impegno sociopolitico”, spiega De Santi) e, infine, giovedì il britannico Barnaby Southcombe verrà insignito del Premio del Direttore Artistico per il suo “I, Anna”.

Niente cataloghi. “Il budget ridotto all’osso ci ha costretti a fare molte rinunce, dalle varie collaborazioni fino a pubblicazioni quali i cataloghi e le monografie dei registi premiati”, afferma ancora De Santi. “Non parliamo, poi, della comunicazione: Roma spende fino a 600mila euro, Venezia non ne parliamo. Noi non avevamo a disposizione nemmeno un centesimo.” Assicurate in tempi record, invece, le sottotitolazioni ai film.

Tra Eden e Teatro Jenco. Due saranno le sale coinvolte: all’Eden, in Passeggiata sarà possibile seguire le pellicole in concorso e fuori concorso, mentre al Teatro Jenco in Darsena sono in programma gli eventi dedicati alle scuole superiori. I film per gli studenti sono sei, molti dei quali provenienti dalla Francia.

La serata finale si svolgerà venerdì 14 dicembre presso il Grand Hotel Principe di Piemonte con la proclamazione del vincitore: la giuria sarà tecnica – 50 studenti universitari – ma anche popolare, con 50 posti a disposizione. Presenterà la serata Claudio Sottili. Tutta la cinquegiorni sarà poi trasmessa sul canale 950 di Sky.

Appello alla città. “Negli scorsi anni l’intelligentia viareggina è stata assente”, osserva con una punta d’amarezza De Santi. “La politica, l’imprenditoria, le grandi organizzazioni hanno snobbato Europacinema. Mi auguro che loro, assieme agli appassionati di cinema viareggini e versiliesi, vengano incontro a questo Festival in un momento così difficile.” I prezzi, popolari, di biglietti e abbonamenti – 3 euro il singolo film in concorso, 5 per la singola serata di gala, 16 l’abbonamento alle serate di gala e 24 quello per tutti i film in concorso – sembrerebbero andare in questa direzione.

Ascolta l’intervista al direttore artistico Pier Marco De Santi
Leggi le schede dei film in concorso
Leggi il programma generale di Europacinema

twitter @GorskiPark

(Visitato 45 volte, 1 visite oggi)

“SALVIAMO LA ‘BIMBA CHE ASPETTA’ “, IL MONITO DELL’ASSOCIAZIONE TERRA DI VIAREGGIO

MOSTRA DI FOTOGRAFIA AL BAR BARONI