Foto profilo Facebook

VIAREGGIO. Il comando provinciale di Lucca della Guardia di Finanza ha portato a termine una indagine scaturita dal rinvenimento di materiale pedopornografico nel computer di Andy Casanova, il più noto regista del genere hard italiano.

La vicenda ha avuto inizio diversi mesi fa, con l’avvio di una verifica fiscale da parte delle Fiamme Gialle del gruppo di Viareggio – località in cui il Casanova, al secolo Andrea Rolli, risiede – che avevano stimato nell’ordine dei milioni di euro i proventi delle attività di commercializzazione di film porno da parte del noto e prolifico regista.

Durante le fasi iniziali della verifica fiscale, nel computer personale di Rolli era stata individuata una cartella con un centinaio di file a contenuto palesemente pedopornografico. La legge italiana sanziona penalmente sia chi detiene tale materiale, sia – ancor più severamente – chi diffonde file, immagini o film di questo tipo. L’analisi di computer forensic é proseguita – sotto la direzione del pm Andrea Cusani della Dda di Firenze – con l’intervento degli specialisti del nucleo speciale frodi telematiche della Guardia di Finanza di Roma, che hanno tra l’altro comprovato lo scambio di quei files su internet attraverso un programma di file sharing.

Sono cosi maturati i presupposti per una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Rolli, affidata per l’esecuzione alle Fiamme Gialle di Viareggio, le quali hanno rintracciato il rolli sull’isola di ischia con la collaborazione della Guardia di Finanza del I Gruppo Napoli che ha proceduto all’arresto.

Andrea Rolli è stato tradotto in serata presso il carcere di Firenze-Sollicciano, a disposizione dei magistrati che procederanno a interrogatorio nei prossimi giorni.

(Visitato 284 volte, 1 visite oggi)

ANCORA SENZA SEDE I TAPPETARI DI CAMAIORE. SCELTO IL TEMA PER IL 2013

ARRESTATI DUE SPACCIATORI DI COCAINA A BICCHIO