INCONTRO AMMINISTRAZIONE E CATEGORIE ECONOMICHE PER LA CHIUSURA DEL VIALE A MARE - Comune Forte dei Marmi Versiliatoday.it

INCONTRO AMMINISTRAZIONE E CATEGORIE ECONOMICHE PER LA CHIUSURA DEL VIALE A MARE

FORTE DEI MARMI. Si è svolto in municipio l’atteso incontro fra le categorie economiche e l’assessore alla polizia municipale e alla viabilità Alessio Felici. All’ordine del giorno la chiusura sperimentale del viale mare già programmata dal 13 gennaio al 17 marzo 2013. Felici ha illustrato gli  indirizzi dell’amministrazione comunale per  questa iniziativa, che ha come obiettivo finale l’individuazione di strategie, tese all’alleggerimento del traffico automobilistico sul tessuto urbano del paese.

“Chi si aspetta un viale a mare destinato alle sole attività ciclo-amatoriali .- ha precisato Felici – sarà smentito dai fatti. Non vogliamo creare le condizioni di una pista riservata ai corridori ciclisti, piuttosto puntiamo a creare le condizioni per un modo diverso di fruire, sia pure per poche ore settimanali, il viale litoraneo, che deve tornare  ad unire la città con la spiaggia, come hanno evidenziato anche i balneari e non rappresentare quella cesura, seppure necessaria costituita da questa arteria stradale intercomunale. C’è la massima apertura da parte nostra – ha ribadito Felici – nel raccogliere indicazioni e collaborazioni perché il progetto possa essere apprezzato da tutti e c’è disponibilità ad esaminare in concreto eventuali problemi che la chiusura potrebbe indurre al centro storico.

Ci auguriamo che le posizioni critiche dei commercianti, in parte giustificate anche dalla difficile situazione del settore, possano trovare un punto di incontro con il desiderio di quanti e sono in molti fra i cittadini e gli ospiti, che ambiscono a sottrarre spazi alle auto per dare una dimensione di vivibilità al nostro paese.

Capisco che questo provvedimento sperimentale possa essere percepito in maniera erronea, semplificando quella che è la proposta iniziale giunta dall’associazionismo, ma intendo rassicurare che così non è. Siamo convinti, infatti, che l’iniziativa possa essere apprezzata mostrando possibili evoluzioni per il futuro, e allo stesso modo, siamo pronti a sospenderla se il progetto non dimostrerà le potenzialità che vi  abbiamo ravvisato. Mi impegno a incontrare nuovamente le categorie economiche dopo i primi fine settimana di sperimentazione per verificare  con esse l’effettivo impatto di questo intervento  sul tessuto economico cittadino”.

(Visitato 22 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 28-12-2012 15:15