(foto Pomella)
(foto Pomella)

PISTOIA. Trauma cranico, contusioni sul corpo e pure un verbale per comportamento imprudente e negligente. È questo il bilancio della giornata di ieri sulla neve della Val di Luce per un ventenne pietrasantino.

Come riporta questa mattina un noto quotidiano locale, il giovane si è addentrato intorno all’ora di pranzo allo snowpark  al lato della pista Sprella ed ha azzardato un’acrobazia che gli è costata cara. Il ragazzo era sprovvisto dell’attrezzatura da free style e anziché indossare gli sci adatti con accorgimenti per reggere salti e acrobazie aeree, aveva ai piedi semplici sci da discesa e non indossava neppure il casco.

All’atterraggio ha perso il controllo degli sci ed è caduto all’indietro, battendo forte la parte bassa della schiena e la nuca. Sono subito intervenuti i poliziotti sugli sci della pattuglia della Val di Luce affiancati dai volontari Avssat. Dopo gli accertamenti, i soccorritori hanno immobilizzato il ragazzo sulla tavola spinale con collare cervicale e l’hanno condotto a valle fino all’ambulanza. L’elicottero Pegaso che l’ha poi portato dritto a Pisa. Le prime diagnosi parlano di forte trauma cranico e contusione lombo-sacrale.

(Visitato 27 volte, 1 visite oggi)

PARLAMENTARIE DEL PD, È MANUELA GRANAIOLA LA PIÙ VOTATA IN VERSILIA

FURTO IN CASA, LADRI MESSI IN FUGA DALLA VISITA DI AMICI