(foto Pomella)
(foto Pomella)

CAMAIORE. “Il sindaco nel tentativo di spiegare le ragioni che potrebbero portare allo spostamento della farmacia comunale del Secco  si dichiara, almeno a parole, contrario alla privatizzazione della società Pluriservizi, una contrarietà che non riusciamo a capire se sia solo ideologica o basata su fatti ed atti amministrativi seri e  concreti”.

Il consigliere comunale Pdl David Marcucci commenta l’intervento del Sindaco Del Dotto sullo spostamento della farmacia comunale del Secco in cui il primo cittadino rassicurava che stavano raccogliendo dati e informazioni sul sistema delle farmacie comunali, con una accurata istruttoria.

“Il fatto stesso che il sindaco dica che la società abbisogna “di un piano strategico complessivo, che deve essere competitivo, a bassi costi per il pubblico e di qualità” e che sulla base di questo anche le sedi delle farmacie sono di fatto in discussione  ci fa capire che la logica a cui s’ispira e si muove l’amministrazione è poco distante da quella che potrebbe attuare un privato.

Se lo spostamento della farmacia comunale al centro commerciale potrebbe in via teorica aumentare gli incassi, non appare così chiaro possa aumentarne anche gli utili, utili che ricordo per un’amministrazione, una società pubblica possono essere non solo economici ma anche sociali.

Il fatto che la farmacia del Secco oggi non paghi affitti a nessuno, che serva un bacino di utenza importante e che sia comunque ubicata in luogo di grande passaggio e visibilità sono già elementi che potrebbero da soli dissuadere da ogni alternativa in merito.

Se a  questo aggiungiamo la posizione assunta da cittadini, commercianti, categorie e non ultimo anche da diversi esponenti politici, tra l’altro non solo di opposizione, ci pare che il perseverare sul tema da parte dell’Amministrazione diventi di fatto  un atto di forza incomprensibile ma soprattutto non condivisibile”.

 

 

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)

IL MOVIMENTO DEI CITTADINI: “VIA IL LENZUOLO DALLE PALME DI PIAZZA MARGHERITA”

“NO ALLO SPOSTAMENTO DELLA FARMACIA”. RIUNIONE DEI COMMERCIANTI DI LIDO