CAMAIORE. “L’annoso caso della Farmacia del Secco sta diventando sempre più un caso istituzionale che crea preoccupazioni  crescenti tra i cittadini del Secco e di tutta Lido. Le innumerevoli smentite dei membri del direttivo del Partito Democratico alle dichiarazioni del Sindaco e del Pluriassessore Carrai, dimostrano, ancora una volta, come il nostro sindaco “enfant prodige”, stia deludendo sempre più le aspettative dei cittadini e testimoniano lo scollamento con la parte politica che li sostiene nonostante le recenti smentite”.

Lo scrive Marco Daddio, consigliere comunale della lista civica Per Matteucci Sindaco. “ La riunione avvenuta nella sede di Confcommercio a Lido – dice Daddio – ha messo ancor più in evidenza il malumore degli abitanti e commercianti del Secco che vedono, giustamente, nella perdita della Farmacia, una sconfitta del commercio di vicinato e dei valori sociali ad esso connessi, a vantaggio della grande distribuzione”.

 “Se la farmacia del Secco non dà risultati economici soddisfacenti  alla Pluriservizi, le formule per renderla più produttiva sono altre, non certo il semplice spostamento. La riqualificazione dello stabile,l’ampliamento della vendita al piano superiore e una commercializzazione  più varia di prodotti alternativi sono le cure per poter incrementare il fatturato  Tutte considerazioni che sono emerse da un incontro partecipato,spontaneo e propositivo che la Nuova Stagione in campagna elettorale proclamava,ma poi non è stata capace di promuovere”.

” I commercianti del Secco sono attenti organizzatori di eventi, si autofinanziano per le luci di Natale, vivono il commercio come una volta, con cura e attenzione al cliente. Ora servono risposte concrete, perché il Secco non deve soccombere di fronte a scelte monocratiche e personalistiche di politici che probabilmente sono stati più attratti dallo sviluppo dell’Esselunga,  da comparsate televisive e bombe giornalistiche di pessimo gusto”.

 “Una volta per tutte Sindaco e assessori diano espressione della loro volontà, ma riflettano bene considerando di più i cittadini che gli hanno dato la possibilità di governare e soprattutto stiano attenti a non farsi screditare ancor di più dalle amministrazioni della Versilia, peraltro loro “compagni”, alla faccia dello sviluppo comprensoriale tanto acclamato”.

(Visitato 30 volte, 1 visite oggi)
TAG:
commercianti confcommercio farmacia lido marco daddio secco spostamento

ultimo aggiornamento: 30-01-2013


NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DELLE FARMACIE, I SINDACATI INVITANO I COMUNI A NON ADERIRE

DEL CARLO (UDC) A ROSSI: “CHE FINE HANNO FATTO I MILIONI DI EURO PER SALVARE IL MASSACIUCCOLI?”