TARIFFE ACQUA, ASSO-UTENTI: "ORA È TEMPO DEI RIMBORSI AI CITTADINI"

TARIFFE ACQUA, ASSO-UTENTI: “ORA È TEMPO DEI RIMBORSI AI CITTADINI”

 VIAREGGIO . “Un’ottima notizia per i cittadini, che adesso deve trovare immediata applicazione nella realtà con una revisione dei meccanismi di calcolo delle tariffe dell’acqua applicate nel comprensorio lucchese e versiliese e la restituzione agli utenti delle somme percepite illegittimamente dai vari gestori (Gaia, Geal, Acque S.p.A.) a partire da luglio 2011. A tal fine, chiederemo un incontro urgente ai vertici dell’A.A.T.O. n. 1 “Toscana Nord” e dell’A.A.T.O. n. 2 “Basso Valdarno”, organismi competenti per la determinazione delle tariffe idriche nei vari Comuni della provincia di Lucca, a cui rappresenteremo l’esigenza di dare rapida attuazione al parere del Consiglio di Stato e alle conseguenti decisioni dell’Autorità Garante per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG)”.

Così l’Avv. Laura Mattei, Presidente Provinciale di Assoutenti Lucca e Versilia, Associazione di tutela dei consumatori e degli utenti della Provincia di Lucca, interviene sulla decisione presa ieri dal Consiglio di Stato, che ha dichiarato illegittima la componente delle tariffe dell’acqua relativa alla remunerazione del capitale investito dai gestori del ciclo idrico per la realizzazione degli investimenti previsti nei vari Piani d’Ambito, e sulle sue conseguenze sui cittadini-utenti.

“E’ chiaro – aggiunge Laura Mattei – che i vari A.A.T.O. di tutta Italia dovranno conformarsi alle disposizioni che saranno emanate nei prossimi giorni dall’Autorità di garanzia per dare seguito all’importantissima decisione della suprema magistratura amministrativa: noi, però, vogliamo essere certi che i due enti incaricati di governare il ciclo idrico nel territorio lucchese recepiscano in modo corretto queste indicazioni nell’ottica degli interessi degli utenti e non dei soggetti gestori e, dunque, avvieremo da subito questa fondamentale attività di controllo.

In questo senso, invitiamo anche tutte le famiglie e le aziende della nostra provincia che hanno un contratto attivo per la fornitura di acqua a recuperare le ricevute delle bollette pagate da luglio 2011 e conservarle, in modo da poter verificare, quando saranno disposti i rimborsi, che le somme riconosciute siano quelle effettivamente dovute ai sensi del parere del Consiglio di Stato.”

Per chi volesse chiarimenti o informazioni su questa e altre vicende relative ai diritti dei consumatori, la sede di Assoutenti Lucca e Versilia di via Pescarella 13 a Pietrasanta (Loc. Vallecchia) è aperta al pubblico martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 19 e venerdì e sabato dalle ore 10 alle ore 12.

(Visitato 132 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 02-02-2013 14:30